Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani I.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
A. 1839 — 1840 — 150 —

tenuta di Tor Cancelliera attaccando fuoco al fieno che ci era riposto ed ha minato il casale stesso.


OTTOBRE


Martedì 1. — I danni cagionati dal diluvio di Domenica nei muri delle vigne interne a Roma sono moltissimi, ed i fulmini sono caduti in varii luoghi.


DICEMBRE


Lunedì 2. — Ha dato in questi giorni grande materia a discorso una voce generalmente sparsa che la Principessa Sciarra, il di cui curioso matrimonio seguì nello scorso marzo, si sia scoperto avere un altro marito sposato civilmente in Francia, e dal quale (secondo asseriscono alcuni) aveva divorziato: v’è chi aggiunge che questo primo marito possa essere in Roma.

Giovedì 26. — Tra l’una e le due pomeridiane sono andato in legno con Checco e Mondino a Ponte Lamentana per veder tirare in terra due obelischi di granito del Sempione che Torlonia ha fatti venire per la sua villa fuori di Porta Pia. Questi obelischi sono venuti per mare, indi per il Tevere, e poi per il Teverone sino a non molta distanza dal ponte Lamentana, ed ivi con tutta la barca (sotto cui è stato fatto un letto) per mezzo di un cavo espressamente fatto, vengono tirati dagli argani al piano della campagna adiacente e poi per la strada maestra giungeranno alla villa.


1840

GENNAIO


Sabato 4. — Oggi sono andato con Checco in legno fuori di porta Pia a vedere il tiro della barca che porta gli obelischi di Torlonia, qual tiro si fa con due argani ed un terzo nella salita. Ella è ancora a qualche distanza da S. Agnese.


MARZO


Venerdì 27. — A Viterbo sono state arrestate circa 30 persone fra le quali qualche carabiniere e qualche militare di linea, il motivo pare assolutamente politico.