Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani I.djvu/184

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
A.  1846 — 176 —

in molte chiese non è giunto in tempo. Alle 22 ore il Cardinale Riario Carmelengo è andato coi chierici di Camera a far la ricognizione del cadavere nelle solite forme, ed alle 23,15 è cominciato il suono delle campane a morto per un’ora. Questa sera si è tenuta la prima Congregazione dei Cardinali Capi d’Ordine, che sono, oltre Riario, che riunisce in sé anche la qualità di primo Diacono, Micara Decano, e Franzoni primo Prete presente, oltre Monsig. Corboli Segretario del S. Collegio.

Martedì 2. — Questa mattina è seguita la sezione del cadavere del Papa e l’imbalsamatura, e questa sera verso le 23 è stato trasportato alla Cappella Sistina. Dalla relazione dell’autopsia risulta che tutte le parti erano perfettamente sane, e solo si è rimarcato dell’umore nei polmoni, che sembra vi esistesse da qualche tempo. Questa mattina sì è tenuta sul palazzo Quirinale una Congregazione generale straordinaria di tutto il S. Collegio, e questa sera una particolare dei Cardinali Lambruschini, Mattei, Gizzi, Spinola e Bernetti, oltre il Camerlengo (nominato pare dalla Congregazione generale), per risolvere specialmente, a quel che si dice, sulla destinazione dei pro-Legati delle provincie, in assenza dei Cardinali Legati. I corrieri straordinari latori della notizia della morte del Papa alle corti estere, non sono partiti che oggi tra le 22 e le 23 ore, mentre ieri e questa mattina erano partiti tutti gli ordinari.

Mercoledì 3. — Questa mattina si è tenuta a monte Cavallo un’altra Congregazione generale straordinaria del S. Collegio. Correva voce che non si spediranno che due pro-Legati uno dei quali (che si dice possa essere Monsig. Grassellìni) per la Legazione di Urbino e Pesaro, e l’altro a Bologna per le altre 4 Legazioni; e si dice sarà Monsig. Savelli.

Venerdì 5. — Questa mattina sono cominciati i Novendiali a S. Pietro, e si è tenuta la Congregazione del S. Collegio nella Sagrestia al solito. Per fare l’Orazione funebre del defunto Pontefice è stato destinato Monsig. Rossani Presidente dell’Accademia Ecclesiastica, e per l’altra de eligendo Pontifice Monsig. Pacifici segretario delle Lettere Latine.

Lunedì 8. — Il farmacista Corsi a S. Tustacchio è stato scelto per speziale del Conclave. La scelta dei barbieri è stata rimessa all’arbitrio del Cardinal Mattei.