Pagina:Difesa del sig. Raffaele Colarusso.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

9
smussato: ciò che importa la dimostrazione più luminosa della grande violenza dell’urto.



La terza ed ultima circostanza di fatto, assai degna di essere rilevata, è il modo preciso con cui ha dovuto cadere il revolver e posarsi sul terreno per esplodere nella direzione precisa dello infelice Tegani.

Non solamente dovette cadere con la canna in alto, non solamente dovette ricevere la fortissima pressione proprio sul grilletto, ma la direzione della canna, obliquamente rivolta al Tegani, divenne infallibilmente mortale, per centimetri o per millimetri in più o in meno, di fianco o di sopra.

Dalle suddette circostanze speciali e rarissime a verificarsi, ma che pure indiscutibilmente si verificarono, noi possiamo e dobbiamo trarre un concetto esatto ed una spiegazione sicura dell’accaduto.

Poichè il signor Colarusso non aveva mancato alla diligenza necessaria ed abituale per non rendere possibile un danno ed una sciagura a se stesso o ad altrui - poichè il revolver per la retrospinta automatica era sempre e doveva ritenersi che era sempre in posizione continua di sicurezza, non si poteva usare maggior prudenza di quella usata.



Come potè dunque avvenire la esplosione dell’arma e l’omicidio involontario senza colpa alcuna del signor Co-