Pagina:Discorsi postumi del Signor Lellis di alcune poche Nobili famiglie.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78 DELLA FAMIGLIA


Filippo dunque capo» e ftipite di quefto ramo» di coi trattiamo > go*
dè in Nola curti gl’honori > e prerogatiue > che godevano gli altri- nobili di d. Città, e nell’Anno 15x0. fu uno degli Eletti di quella;
come corta per publico iftrumento rogato per mano di N. Nardo dT
Alfiero, che fi conferva ne* fuoi protocolli nell’Archivio del Vedo¬
vato di Nola ) & in altri Mifumenti rogati per lo fteffo N. nell* An-
ni ijoo. 1503. ijio. ijrif. 1516. 1517. che fi confcrvano nelme-- * defitto Archivio, fi vede intervenire > come uno del governo 7 o
de’patri tii della Città, & in molti altri contratti» -Tempre viene
chiamato Nobile di Nola.Et in irn’alrro irtramento di divifione trà detto Filippo > & A nz alone
di Palma fratelli vengono chiamati di Nola, qttal’iftrumeuco è fti-
pulato in Nola nell’Anno 145 6. per mano di N. Gubcllo di Nico¬
la di Nucera habitante in Nola.Nell* Anno poi 1485. D. Paola Vrfina Conte Afa di Nola madre, e tu¬
trice di D. Raimondo Vrfino Duca di Alcoli, comprò una Terra da
Gabriele Saffo ne, dove fi dice le Fontanelle, quale cede à Filippo
di Palma, dechiarando haverla comprata in nome fuo, come fi leg-f e dàll* iftrumenro fopra ciò fttpulato in detto Anno per mano di N.
anto Rifpano d’Aver fa habitante in Napoli; qual Terra fi poffier
de hoggi dalli figli del detto, quond. Configlielo Onofrio > il cho
identifica fenza dubio’, & ombra alcuna i perfonaggi.Qucfti fopradetti irtrumenti, infieme con altri contratti rtanno prefen-
tati nel S. R.C. nel fopradetto procedo attitato dal quondam Con¬
igliera Onofrio per la reintegratone fudetta, dalli quali fi vedo
chiaramente,■ che detto Filippo godè le prerogative di Nobiltà nel**
*r. la Città di Nola.Ambojii Leo- jj che maggiormente ci viene confirmato da Ambrofio Leone con
ne d» Agro No- jc feguenti parole. Sunt Paìmenfes inter quos Philippus Eques acer
1JÒL4’f’***’ floruit, ac Senator fenefeens optimus.* Hebbe Filippo due mogli, la prima delle quali fù Francefchella Ma- •
drillo di famiglia ben nota di nobiltà della medefima Città di No-♦ 16, la» come fi legge nelle decifioni di Matteo d’Afflitto 16 nel modo
Affit. dee.120. feguente.loartnes de Maftrillit habens feudum antiquum, quod vocatur de ti Rai- •
me i mortuus fuit fine defendentibus, fuperftttibus fibi D, Berardino
Monaco profetò in ordine Sanili Martini Cartufienfis eius fratre car¬
nali ex utroqi e parente; Dubitatum fuit in Sacro Confilio, an Mona*
fterium Sanili Martini ex perfona dilli Monaci fuccedat in dillo feu¬
do, vel dilla foror maritata cuidam Philippo de Palma. Qual pro¬
ceffo fu attitato nel Sacro Configlio nell’Anno 1500. frà detti Con¬
iugi > & il Monaftèrio <Ji S. Martino fopra la fuccelfione di d. Feudo»
c fi conferva originalmente per D. Filippo di Palma Iuniore.La feconda moglie di Filippo fù Mercuria de Scrignariis di famigliai
antica, e nobiliffima del Seggio di Montagna di Napoli» già eilin-
ta i la %uale era rimafta vedova di Giesuè di Gennaro Cavaliere del
Seggio di Porto > ciò vien* autenticato da un* iftrumeoto di quieta**za 9Digitized byGoogle