Pagina:Discorsi postumi del Signor Lellis di alcune poche Nobili famiglie.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
80 DELLA FAMIGLIA


faremo memòria pria di Angelo» Ja dì cui linea non allignò; indi di
quella di Berardino» che ftà Horita 5 e verdeggiante.Angelo fi congiunfe in matrimonio con Camilla de Rinaldo» Nobile di
Noccra de7 Pagani * con Ja quale procreò Gio: Giacomo) e Gio: An¬
drea > il primo frefe per moglie Lucretia Buffone } & il fecondo fù
’ marito di Trojana Pagano d’antica nobiltà della detta Città di No-
cera > nè dell7 uno ) nè dell’altro è rimaila pofterità) efTendo/ì eftinta
in tempo che N.S. Iddio flagellò quefta Città, e Regno nell’anno
1656’ nella perfona dell’ultimo Gio; Andrea Regio Avvoccato de’Po-
veri > qual pofto havendo renunciatO) per applicar/ì tutto al fervido
di Dio» fi fece ReJigiofo proièflo de’Clerici Regolari Teatini in SS.
Apoftoli di Napoli) ove morì Vergine >& in concetto di Santa Vita.Mà prima di continuare la difeendenza di Filippo per la perfona di Be¬
rardino fuo primogenito > deve faperfi 5 come lo fudetto Angelo go¬
dè anch’egli le prerogative di nobiltà della Città di Nola» il cho
appare dall’inventario fatto dopò la fua morte nell’anno 1511. per
mano di’ Notare Benevenuto Francefe à requifitione di Berardino fuo
{rateilo 9 e Tutore teftamentario delli detti fuoi figli) & heredi) nel
qual Inventario viene chiamato, ( Nobilis Vir Angelus de Palma de
Civitate Nola) Oc in detto Inventario fi delcriveperteftimonioil No¬
bile Margaritonno di Palma } ( quefto è della linea del Configgerò
Ortavio ( e detto Berardino vien’anch’egli chiamato ( Nobilis Vir
Berardinuf de Palma ) e fra gl’altri beni ) che fi diferivono in detto
Inventario > e l’i (frumento della compra della cafa di Nola compra¬
la da Cobello Magaldo nell’anno 1366. à 14, d’Agofto col pefodell’annuo canone rendente al Vefcovo di Nola ) e la Terra delle Fon¬
tanelle di (òpra venduta da Gabriele Saltane alla ContdTa di Nola.»
nell’Anno 1485. che dechiarò haverla comprati in nome di Filippo»
come s’è narrato. Et in un’altro inftrumento di divifione frà Gio:
Andrea > e Gio; Giacomo di Palma figli di detto Angelo ) ftipulato
nell’anno 1735. per mano di Notare Fabio delli Frangi 9 fi deferi-
ve una cafa fita nella Città di Nola con li fuoi confini commune con
Berardino di Palma loro Zio, dalche fi vede non folo la continuata
" fucceflione nelli beni di Filippo padre ) & Avo refpeftivè > mà an¬
co confta havere l’afcendenti del detto Filippo in tempo molto anti¬
co )poffeduto cala in d. Città di Nola, nella qual Città > e nel fu-
cletto Cafale di Vico li fuoi difendenti alternativamente fecero lo
loro domicilio s Quali Iftrumenti d’-Inventario, e divifione^* >
per e (Terno fcritture t che fanno prova indubitata della difeendenza,
c Nobiltà di quefta caia9 ftanno fimilmente prefcntate in detto pro¬
cedo della Reintegratione fudetta.Berardino dunque primogenito di Filippo * fù impiegato dal Cardinal
Pompeo Colonna Viceré di Napoli in diverfe cariche * & officij di
moka confidenza > & honore» facendone grandiflìma ftima > come fi
vede dalie patenti originali; Prefe per moglie Lavinia Acconciajoco
d’antica nobiltà della Città di Ravello > figlia di Gregorio > e di Giù-
Jia Pandone de* Conti d* Vgento > come appare da Capitoli ma¬
trimoniali ftipulati nella Città di Ravello per mano di Norar Gio¬
vanniDigitized byGoogle