Pagina:Discorsi postumi del Signor Lellis di alcune poche Nobili famiglie.djvu/124

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
82 DELLA FAMIGLIA

Gio; fiattifta, che come primogenito fuceedette à Porcili -, Guarà zzano, y $•
all’altri Terre di fuo padre, di Lavinia di Palma fua covforte, So¬
rella di Filippo» e di Berardino di Palma ( l.a cut famiglia trabe ori¬
gine dagl* antichi Palmi di Nola)generòGiannalfonfj, e Confalvo Abbate,
Giannalfonfo di Do Ifabella Orefice Sorella del Marchefe di Sanza, ia-
few Alfonfo poftumo, e^c.Scipione dunque ultimo de* fopranominati figliuoli di Giacomo Anto¬
nio 5 hebbe per moglie Lucretia Palmieri nobije deila Città di Mo-’
nopoli, forella di frà Gio; Maria Palmieri Cavaliero Gerosolimitano,
come|fi legge dalli capitoli matrimoniali ftipulati per mano di No-,
tar Bartolomeo loele di Napoli à 16. Gennaro i66i. con la qua-
Je procreò Marco Antonio, e Suor Maria Angela Monaca nel Reai
*? Monafterio di San Sebaftiano di Napoli > come fi vede dal teftà-Jtrwni col aet- mono di detto Scipione&tto à 5. di Gennaro itfio, per mano di No-
toMonafier.per Aniellr» Auricola? avebianco di Marco Antonio tu marito di D, Maria di Zarata, y Ramirez Nobillf-
Nap.ài$,jf<tr* fima Dama Spagnola» come dalli capitoli matrimoniali per mano di
zo 1621. Notar Felice Virale di Napoli à 15. Màggio 1611. con la quale procreòuna fola figliuola chiamata Lavinia, che morì fanciulla, come fi vede dal
teftamento da effo fatto in Roma al 9. di Gennaro.1 6toi per mano del
Notare Apoftolico Giulio Raimondo, prefentato nel $. R. C. in banca di
Giofeppe Lombardo in ProcefTu Creditorum quond. V. I. D. Marci
Antoni) de Palma fol, 99. Se in quefta s’eftinfc la linea di Scipio¬
ne per morte di Marco Antonio fenza prole maichrie. Pi quefti
coniugi fà menzione il Regente Capecelatro in una-derilione, che
tratta della lite frà il Regai Monafterio di S, Sebaftiano ex perfona
della fudetta Suor Maria Angela di Palma > e la detta D. Maria di
^ _ Zarata. *4capyc,LatKdt’*£erar(}ino altro figliuolo di Giacomo Antonio, e fecondo di quefto.no-
me hebbe per moglie Angela Samudia di Chiara nobiltà Sorella
cugina <ti frà Vincenzo Saraudio Caualiere Gerololimitano Sol¬
dato di molto valore, eflendo flato Maftro di Campo à tempo idi
D. Giovan d* Auftria Seniore > dalli quali Conjugi -■ nacquero Gio:
Vincenzo^ il fecondo. Giacomo Antonio, e Don Onorato Monaco
Olivetano, come fi legge dal teftamento di detto Berardino fatto
nell’anno 16 38. per mano di Notare Fabio di Falco di Nap. & eflendo
morti li detti Vincenzo, e Giacomo Antonio fenza pofterità,fe ne dichia¬
rò herede univerfale il fopranominato Configliero Onofrio nell’an¬
no 1656, come per decreto di preambolo fpedito dalla G.C. della V ica-
ria in banca di Alefioql prefente di Roggiero i onde s’eftinfe anche iali-, nea <fel fecondo Berardino
Di quefto perfonaggio, e della Nobiltà di fua famìglia) ne fè nell’An¬
no 1^17. Atto publico diconclufione quefta Fedeliffima Città, dichia¬
rando eflèr connumerata per famiglia Nobile fuor di Seggio» e tale
dover’effèr trattata,e fiimata, qu^Tatto di Conciufione,eflendo fta¬
to da noi (iconofciuto ocularmente * lo poneremo qui- lotto del mo¬
do» e maniera» che ftà notato in detta Fedeliflima óttà, e proprio
nel lib. 2. Civilitatis al fol* 197. & è lo feguente.Sì fàDigitized byGoogle