Pagina:Discorsi postumi del Signor Lellis di alcune poche Nobili famiglie.djvu/132

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 DELLA FAMIGLIA


primo Filippo, che gode gl’bonpri di.Nobiltà nella Città.di No&,
Come (là ietto di fopra; & alla perfona di Dan Orlo Pre;e Sacj^r-
4ote ’d’incorrotti coftumi * è di vira efemptare difendente da Giacomo
Anronio Vnp delti due figli di Gio;Pietro>e d^fabella Puitapgelo,c npuad «Ini*.. „ ■ *Pofliede anco quefta famiglia per aprico retaggio di, Giacomo. Antonio
4 di Palma s la cui linea s’efìinfe, come s’è de«o di fopra, un’anticaCappella nella Chiefa di SS. Severino» e Soflìo de* PP. Benedettini
in Napoli» e proprio nella Chiefa vecchia ì qual’è la prima dalla -
parte del Corno dell’Evangelio 3 con antica fepoltura 5 e con le
lorp Armi fcolpite in marma collocate fopra U detta Cappella, a.
quale perveune à detto GiacomoAntonio per parte di D. IfabeUa
Vida), fua moglie, che fù herede di X). Rafaele Vidal fuo padrò>
come legge dall’Epitaffio fcolpito nella lapide della Sepoltura)
eh1 è lo feguente,;Antiquum fepulcbrum 0 D. Raphael Vidal ^ & V*Alaonzja Vaglies coniugibus tx Valenza Sanguine
Qlaris treptum, D. Ifabella eorum fitta, & H*res, aQ
Jacoftus Antonius de Palma ejus vir Patritius Nespoli-,
t0fius ) & jufis confultus celeberrimus fecuti funt, Re rat*
dinus i dr Marcantonius de Palma forum filius» ò* Nepof
#d futuram rei tpemorram tfanc Tabejlam fecerunt %Anni At*D6.pU<Et jn derta fepoltura ftà fepelito il fudetta Illuftriflimo Fr, Rafaelédi
Ce far9 $ Ivge^ Pahpa Vefcovo d’Qria s e vi fi vede fofpefo il Cappello VefcovaJe.
pio wt/aNapolf pai quale Epiteto con detto nome di Patricii fi comprende angora*
Sacra fbA 3??, quanto detta cafa anticamente fufTe ftiniata in quefta Citcà > & ho¬
norata i della quale Cappella fa menzione Cefare d’Eugenio nella
Napoli $acra i con le feguenti parole,g9Nella Cappellai della famiglia Palma è la tavola dentrovì la È’tatiJSma^- Vergine fo Pattino nelfena > nel me^za di S, Gioì Battifta > àiS. Giufiiva Verginei e Martire > ove anca fono molte altre figure, &
di fotto l uno Jcabelto t in cui è la cena del Sigmrc con gli Apoftoh,
il tuffa f offri di Andrea di Salerno.E mcw»meflte li detti Signori ÌX Filippo» e D«Simone, P Anno paf-
faPi CW V occafìone c’hapno ahheJJita la detta Cappella 5 e fattavi
ripppcre la detta antica Cona > la quale per non farla con fu maro
ddl’hutiiidità p li R. R.pP. haveano trafportata sella Chiefa nuova»
Ipjmg fimilmente fatto atmoncré io dcua Cappella fcpJpita in mar«tpojlle^uentc Epitaffio,* -• • • ** > *Digitized by v^ooQle