Pagina:Discorso Economico sopra la Maremma di Siena.pdf/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
32

qualche straordinaria penuria di intrigarsi colla loro autorità per avvilire quelli delle grasce, e lasciar che ciaschedun mestiere ti aiuti, perchè se la scarsezza del denaro tanto decantata fia vera, e reale, si vedranno senza alcuno artifizio, e di lor natura medesima di ritorno i prezzi di tre secoli antecedenti quando tanto nelle grasce, che nelle manifatture spendevasi il soldo, per quanto si spende la lira presentemente.

Certamente collo sforzare la natura abbassando i prezzi delle grasce, non si vede che neppure le Arti se ne sollevino, e l’esperienza dimostra, che queste sono certe piante, che non amano il terreno troppo grasso, perchè si fatica ordinariamente a misura, che si è stimolati dalla necessità. Ed oltre a ciò ogni Arte ha bisogno di spacciare i suoi lavori, e che la sua opera sia richiesta, e se non vi è nel Paese chi abbia denaro d’avanzo, vanno come si è detto a terra quelle Arti, che servono alla magnificenza, e al piace-