Pagina:Dizionario mitologico ad uso di giovanetti.djvu/223

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

I

»5

cettò la esibizione; ma Nesso subite ohe tragittò il ca- ro deposito statogli affidato > tentò-, rapir» Dejanira. Er- cole irritato dalla di lai baldanza, gli scoccò una frec- cia e lo uccise. Il Centauro r morendo, diede a Deja- nira la sua camicia, tinta del proprio sangue, assicu*: ranci ola che desta avrebbe la virtù di conservare in Er- cole T amore per lei, o di richiamarlo, qualora volesse attaccarsi ad altra donna « Questo sangue era in veceu» Veleno che cagionò la morte dell' eroe.

Nestore *tmò dV dodici figliuoli di Neleo e di Cleri. Questo principe non avendo presa alcuna parte nella guerra che suo padre e i suoi fratelli fecero ad Ercole m favore di Augia, rimase spio di tutta la sua fami- glia, e succedette a suo padre nel regna di Pilos, riu- nendo in lui T intiero regno de' Messenj. Egli era mol- to avvanzato in età allora quando recossi all' assedio dj Troja, ove condusse novanta Vascelli. Era il più. vec* chio di tutti gli eroi dell' armata greca. Saviezza, equi* tà, rispetto per gli Dei, urbanità, avvenenza, dolcez** za, eloquenza, attività » valore; tàli erano le qualità di Nestore. Parlava spesso del tempo passetto, e- sempre t lo preferiva al presente. Le principali epoche della sua vita innanzi all' assedio di Troja, sono la guerra de' Pi- li centro gli Elei 5 il combattimento de'Lapiti e de' Centauri 5 la caccia del cignale di Calidone, in cui* egli «ali sopra un albero per evitare il furore del mostro fe- rito *;

Nettuno, figlio di Saturno e di Rcwu Sua madre lo, salvò dal furor di suo padre, siccome ne avea campa- to Giove, dandogli a divorare un «erpo estraneo. Lk

  • Digitized by Google