Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/184

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
FRU - 183 — FUR

fruto de durada, frutto serbatoio; esser un fruto fora de stagion, met. essere un frutto fuori di stagione; ogni fruto voi la su stagion, m. prov. ogni frutto vuole la sua stagione, — predica e popone vuole la sua stagione; quando el fruto xe fato el casca solo, prov. quando la pera è matura casca; albero de fruto, e el fruto no casca lontan del alboro, v. alboro.

Fruzado, agg, brancicato, rinfichisecchito. .

Fruzar, va. accincignare, brancicare, gualcire, sciupare, sgualcire spiegazzare.

Fuc(andar, o esser), andare alle Ballodole; ritornare a orciuoli e zolfanelli; aver lo sballo, o lo spallo; aver dato del culo in sul pietrone, o esser ito, o rovinato.

Futa, sf. collera, ira livore, rabbia, rovello, stizza.

Fufignada, sf. giunteria, imbroglio, truffa.

Fufignàdor, sm. annaspone, cavillatore, imbroglione.

Fufignar, va. gabbare, giuntare, imbrogliare, truffare.

Fufignezo, sm. cavillo, gherminella, giunteria, imbrogliamento, trufferia, viluppo.

Fufignon, sm. lo stesso che fufignàdor.

Fuga, sf. fuga, egira. — I cronologisti si servono di questa seconda voce per denotare l’era dei maomettani, cioè la cronologia della storia musulmana, che incomincia colla fuga di Maometto dalla Mecca, città dell’Arabia, sua patria, a Medina, l’anno 623 dell’era cristiana; che va de fuga, fugace, fuggevole: — „Destrier fugace;“ e al met.: — ,, Fugaci giovanili ebbrezze;“ dar la fuga, fugare, — mettere, o muovere in fuga: ,jPochi soldati han messo in fuga tutta quella turba di popolaccio.“

Fulminada, sf. logorata; dissipamento; guastamento.

Fulminante, agg. fulminante: — «Febbre fulminante;“ fulmineo: — „ Occhiata fulminea;“ sm. fiammifero, fiammifero, fulminante, solfanello, solfanetto, zolfanello, zolferino, zolfinello, zolfino; fulminante de zera, fiammifero di cera; — col scioco, fiammifero collo stianto; scatola de fulminanti, scatola di fiammiferi.

Fulminar, va. fulminare; guastare, sciupare.

Fulmine, sm. benedetta, folgore, fulgetro — pi. le fulgetra, — fulmine, saetta; fulmine a ziel seren, met. fulmine a ciel sereno.

Fumada, sf. fumata; vignir la fumada, mei. saltare, o venire la mosca’ al naso.

Fumadina, sf fumatina.

Fumado, agg affumicato; fumato.

Fumador, sm. fumatore.

Fumana, sf. fumèa, fumo, scarmana.

Fumar, va fumare; fumicare; fumar la carne, affumicare, o soffumicare la carne; la ghe fuma, met. la gli fuma.

Fumigar, va. affumicare, affumigare, fumicare.

Fumo, sm. fumo: met. fasto, superbia, vanagloria — ma c’entra un non so che d’ironia; che sa di fumo: fùmeo; che fa fumo, che fumica: fumifero; tabaco de fumo, tabacco da fumo; andar in fumo, met. andare per terra, — convertirsi in fumo; mandar in fumo, met. mandare in dileguo: aver caro come el fumo nei oci, aver caro quanto, o più che il fumo negli occhi; manco fumo, m. prov. manco fumo e più brage; assai fumo e poco rosto, prov. assai pampini e poca uva, — molto fumo e poco arrosto; el fumo brusa i oci, o el fumo no fa altro che brusar i oci, prov. frasche, fumo e vanità è tutt’uno, — gloria mondana, gloria grama, fiorisce e non grana, — e col divino poeta: 0 vanagloria dell’umane posse, Com’poco verde sulla cima dura. Purg. XI.

Funaral, sm, funerale; de funami, funerario.

Funzion, sf. funzione.

Funzionar, vn. funzionare.

Funzioneta, sf. funzioncella, funzioncina. } Furbaria, sf. accorgimento, ac!i cortezza, avvedimento, avvedutezza,