Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/370

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SAL — 369 — SAL

Sai, sm. sale, — cloruro di sodio; met. acume, sottigliezza d’ingegno; clae contiene sale: salifero: — ^Miniera salifera.“ — „ Acque salifere;“ clie ha del sale: salino: — „Concime salino.“ — „Combinazioni saline;“ luogo destinato a esservi venduto il sale: salaia; chi vende sale: salamoio; sai de mar, sale comune, sale di cucina, sale di mare, sale marino, salmarino; — fin, o in toco, o de monte, sale di monte, sale minerale, salgemma; sai amaro, sale amaro, — solfato di magnesia; sai amognaco, sale ammoniaco, — idroclorato d’ammoniaca; sai che xe qualche volta sui muri umidi, afronitro; casseta del sai, cassetta del sale; spirito de sai, acido idroclorioo; cavar el sai, dissalare: — „Se non dissalate quelle aringhe, non si potranno mangiarle;“ no aver sai in testa', e con enfasi maggiore: no aver nanca un fià de sai tn testa, met. esser dolce di sale, — mancar a uno più d’un venerdì, o qualche venerdì, — non avere tutti i suoi venerdì; aver sai in testa, met. aver sale in dogana; meter in sai, met. salare, o poter salare; poderse andar meter in sai, met. essere un limone spremuto.

Sala, sf. sala; andar in sala, andare a’ pubblici balli, e propriamena quelli che si danno ne’ teatri.

Salada, sf. insalatura.

Salabraco, agg. citrullo, stolido, zuccone; sciamannato.

Saladizo, agg. salebroso, salmastro, salso.

Salado, agg. salato; tropo salado, — di cibo: amaro di sale; poco salado — c. s.: dolce di sale; costar salado, met. costare un occhio, o costare un occhio del capo, o costare il cuore e gli occhi.

Saladura, sf. insalatura.

Salame, sm. salame; met. babbuasso, citrullo, imbecille, minchione, semplicione, stolidaccio.

Salamelechi, smp. salamalecche, salamelecche.

Salamora, sf. mùria, salamoia.

Salar, va. insalare, salare; salar poco, salegggiare; — tropo, soprassalare.

Salariar, vn. salariare, — dar salario, stipendiare.

Salario, sm. emolumento, mercede, paga, salario, soldo, stipendio; salario de le baie, baliatico.

Salasada, sf. cacciata, o emissione di sangue.

Saiasar, va. salassare.

Salata, sf. insalata; met. carpiccio, rabbuffo, rifrusto, riprensione; passata; salata riza, lattuga crespa; — romana, ascarola; — salata italiana, met. insalata sudicia: — ^Lu’ forchettate d’insalata sudicia e mezzo pollo arrosto dar una salata, met, fare una ripassata; magnar in. salata, met. mangiare in insalata; salata ben salata, poco asedo e ben oiata — lo dicono i buongustai: insalata ben salata, ben lavata, poco aceto, bene oliata, quattro bocconi alla disperata.

Salataza, sf. insalatacela.

Salatiera, sf. insalatiera.

Salatina, sf. insalatina, insalatacela, insalatuzza.

Saldada, sf. saldamente.

Saldador, sm. art. e mest. saldatoio.

Saldadura, sf. insaldatura, saldatura.

Saldar, va. fermare; saldare.

Salep, sm. orchide maggiore, satirione — orchis morio.

Saleta, sf. corridoio; e quale diminutivo di sala: saletta, salettina.

Salice, sm. bot. salce, salcio, salice; salice pianzente, salcio di Babilonia, o piangente, o davidico.

Saliera, sf. salaiuola, saliera

Saliner, sm. salinarolo, salinatare.

Salisar, va. ammattonare — se con mattoni; lastricare, o selciare — se con lastre di pietra; acciottolare — se con ciottoli. Saliva, sf. scialiva, saliva; biascia.

Salivar, va. salivare.

Salivazion, sf. salivazione; t. med. plialismo.

Saliso, salizo, sm. marciapiedi;