Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/393

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SCO - 392 — SCO

Scosiderateza, sf. avventataggine, inconsiderazione; avventatezza; con sconsiderateza, ~ m. avv. all’avventata, inconsideratamente.

Sconsiliar, va. sconsigliare, dissuadere, — trar dalla mente.

Scontar, va. scontare: — ^ambiale scontata; “ espiare: — „Espia la pena de’^suoi delitti.“

Scontentar, va. scontentare, — rendere scontento.

Sconto, agg. ascoso, celato, latente, nascoso, nascosto, occultato, occulto, recondito; sm. sconto; a sconto, tn. avv. a sconto, per isconto: — „Lavora per isconto della pigione per le sconte, per le celate:. — „Esce solo la sera e passeggia solingo per le celate.“

Scontrada, sf. incontro, scontrata, scontro.

Scontradura, sf. mar. nodo; temporale, turbine; met. contrattempo, inciampo, mal avventura, ostacolo.

Scontrar, va. abbattersi, incontrare, rincontrare, incontrare; riscontrare.

Scontrin, sm. scontrino.

Scontro, sm. scontro; t. de’ magnani: riscontro.

Sconvignir, vn. disdire, sconvenire, — essere sconveniente.

Sconvolger, va. sconvolgere, sconturbare, sconvolvere, travolgere; svolgere.

Sconzertada, sf. sconcertamento, sconcerto.

Sconzertar, va. sconcertare, sconciare; sconzertar tuto, avviluppare la Spagna.; Scopazon, sm. scapaccione, scapezzone.

Scopelotar, va, scapaccionare, scappellottare.

Scopeloto, sm. ciurlotto, scappellotto; met. discapito, perdita; a scopeloto, m. avv. a macca, — a scappellotto, — a bertolotto; dar un scopeloto al scodeloto, v. scodeloto,

Scopola, sf. pacchina; met. acciacco; danno, perdita; aver ciapà una scopola — nella salute: aver avuto una gran bacchiata, o una gran bacchiatacela; dar ima scopola, dar ceffoni: — „ Speculazioni arrischiate che fìniron col dargli ceffoni.“

Scoprir, va. scoprire, scovrire.

Scopritor, sm. scopritore.

Scoragiada, sf. costernazione, scoraggiamento, scoramento.

Scoragiar, va e vn. scoraggiare, scoraggire, scorare; sbigottire, sgomentare.

Scordar, vn. dimenticare; obliare; t, mus. scordare.

Scorer, va, “scorrere; trascorrere, — passar a occhi chiusi, o a chius’occhi; de’ cacciatori: andare di pedina: — „Pernici a bizzeffe, ma andavan di pedina e non s’è fatto nulla.“

Scoreza, sf. correggia, flato, peto, ventosità — quello eh’ esce dall’ano con istrepito; loffa, loffia, vescia — quella che esce senza far romore; no bisogna far la scoreza più granda del buso del culo, prov. bisogna fare il peto secondo il buco, — chi vuol fare lo stronzolo più grande del buco mette le lagrime agli occhi, — bisogna aprir la bocca secondo i bocconi, — bisogna fare i passi secondo le gambe, — bisogna tagliare secondo il panno.

Scorezar, va. correggiare, spetezzare; vesciare.

Scorezon, agg. e sm. correggiere, correggione, flautolento, petardo, spetezzatore.

Scoridor, sm. zi. piviere.

Scorlada, sf. crollata, scossa, scotimento, scrollata, scrollatura, scrollo, sussulto.

Scorladina, sf. scrollatina.

Scortar, va. e vn. scrollare: — „A furia di scrollare ha fatto morire l’albero;“ ~ scuotere, tentennare: — „Ve’ come si scuote quell’antenna;“ ingollare, trangugiare: — ^Ingolla due paia di pernici senza voltarsi indietro;“ tracannare, schiccherare: — „E s’io vi dicessi che si schicchera una bottiglia d’assenzio al giorno ?;“ ballare, crollare: — „ Fategli levar subito i denti che gli ballano.“

Scorion, sm. lo stesso che scorlada.