Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
AVI - 40 — AZI

Aviamento, sm. avviamento, avvìo.

Aviar, vn. avviare, incamminare, incominciare.

Avidità, sf. avidezza, avidità, aviditade, cupidigia.

Avida, agg. avido, covidoso, cupido, famelico.

Avignir, vn. accadere, avvenire, succedere.

Avilì, avilido, agg. addolorato, afflitto, avvilito, deietto, mesto, tristo.

Avilir, va. avvilire; vnp. accorarsi, avvilirsi, disgittarsi, — cader l’animo, — perdersi d’animo, — sbigottirsi.

Avisar, va. avvertire; avvisare; fare accorto, — rendere consapevole, — rendere edotto; mettere a giorno. Aviseto, sm. avvisino, avvisuccio.

Aviso, sm. annunzio, novella, nuova;, ragguaglio; avviso.

Avizinar, va. accedere, accostare, appressare, approcciare, appropinquare, approssimare, avvicinare, farsi accosto, farsi presso.

Avocato, sm. avvocato; avocato de le cause perse, met. avvocato delle cause perse, o spallate; parlar come un avocato, parlare come un avvocato — saperla più lunga di un avvocato; meterse in man del avocato, mettersi nelle mani dell’avvocato; far come l’avocato Cagon che se no ’l perdeva l’immotava, locuzione usata quasi esclusivamente dai giuocatori — essere la iattura, — farle tutte fallate, •— non vincerne una; essere una sbescia; avocato no chiamato con uri piato de merda fu pagato, prov. chi va alle nozze e non è invitato, ben gli sta se n’è scacciato.

Avocatuzo, sm. avvocatino, avvocatuccio, avvocatucolo.

Avorio, avorio, avòro, dente d’India; poet. ebure;. de avorio, o come l’avorio, eburneo, eburno: — „Eburneo seno.“

Azal, sm. acciaio; t.-med. calibe.

Azalà, azalado, agg. acciaiato, acciarito, inacciaiato; t. med. calibeato; met. ferrigno: — „Quell’uomo ha davvero le membra ferrigne.“

Azalar, vn. acciaiare, acciaiare, inacciaiare, inacciarire. (Targioni.)

Azalin, sm. acciaino, acciaiuolo, accialino, acciarino; passar par Vazalin, — un coltello, ecc. — dare l’acciainolo a una coltella, ecc.

Azardar, vn. arrischiare, arrisicare, rischiare, risicare; osare; vnp. avventurarsi cimentarsi.

Azardo, sm. cimento, repentaglio, rischio.

Azelerar, va. accelerare, affrettare, aifrezzolare.

Azentar, va. accentare.; accentuare.

Azento, sm. accento.

Azerimo, agg. accerimo.

Azertar, va. accertare, assicurare.

Azesorio, sm. accessorio.

Azetabile, agg. accettabile.

Azetante, smf. accettante, accettatore.

Azetar, va. accettare; accogliere; acconsentire; Faccettare; ricevere; chi azeta per piazer paga per dover, loc. prov. chi accetta per piacere paga per dovere, — chi entra mallevadore entra pagatore..

Azetazion, sf. accettazione.

Azeto, sm. accoglienza, accoglimento

Azidente, sm. accidente; nel pi. come inter. accidenti, cospetto, corbezzoli,

Azido, agg. acido; el prinzipiar a esser azido, acescenza.

Azio, cong. acciò, acciocché, affinchè, a fine di, coll’oggetto di.

Azion, sf. atto, azione; una de quele azion azionaccia: — „F<2 ghe ga fato una de quele azion che no ghe digo, = Le ha fatto un’azionaccia che non le ’dico.“