Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

B



B smf. seconda lettera dell’alfabeto. Si pronuncia bi.

Baba, sf. beca, ciana, ciambraccola, ciammengola; donna, donnicciuola; moglie; met. chiacchierino, chiacchierone, schiccheratore; esser una baba, met. avere più parole di un leggìo, — dar parole a “un leggìo; — non saper tenere un cocomero all’erta.

Babada, sf. chiaccherata, cicalata; ragionata.

Babar, va. chiacchierare, ciarlare, discorrere, parlare, stare a chiacchiera.

Babaria, sf. chiacchiera, ciancia, diceria, fola; creder a la. babaria, stare alle grida, — stare sulle chiacchiere; no creder a babarie, non stare sulle chiacchiere — e per non credere a sortilegi, e simili — non credere dal tetto in su.

Babariol, sm. babai ola, bavaglino, bavaglio.

Babau, sm. demone, demonio, diavolo,, dimonio; befana, versiera; babau, bau; esser el babau, met. essere la marmottina, — essere le paure: — „Non toccare veh quell’astuccio; c’è dentro le paure;“ far babau, o sete babau, o bau bau sete — cosa che s’usa coi bimbi — far baco, — far baco baco, — far bausette; babau esci, canchero cospettaccio nespole ! Babezo, sm. chiacchiera diceria, novella, ritrovato.

Babilonia, sf. v. met. chiucchiurlaia. confusione moscaio, passeraio, tumulto; guazzabuglio, miscuglio-.

Babuin, sm,. v. met. babbione, babbuasso, babbuino, baggiano.

Bacalà, sm. zi. baccalà, baccalare, baccalaro, gado asello, merluzzo, stoccofisso; met. danaro, pecunia“; bacalà suto, baccalà secco; bacalà smoià, baccalà molle; meter smoiar el bacalà, mettere il baccalà in molle; dona del bacalà, baccalaraia; esser un bacalà, o esser seco, o suto come un bacalà, essere secco allampanato, o secco arrabbiato, — o essere secco come un uscio, o come una lanterna.