Pagina:Dizionario triestino (1890).djvu/429

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SPE — 428 — SPE

re: — „La fantesca è intenta a sgusciar le noci; pelare, piumare, spennare. spiumare: — ,.Le rondini si piumano. per render soffice il loro nido.“ — „Compera -polli spiumati e sventrati ,“ pelare, levar la lana: — „ Gonzi che si fan pelare da sudicione sfacciate.“ — „Leva la lana al gonzo a modo e a verso.

Spelonca, sf. caverna, spelonca; poet. speco, spilunca; met. antro, catapecchia, stamberga, topaia tugurio: — , Abita in una topaia e non giunge neppure a pagarvi la pigione;“ eremo: — »Un Villino isolato eh’è un eremo.“

Spellicili, smp. lanuggine, peluria.

Spenazada, sf. spennaccliiatura.

Spenazar, va. spennacchiare.

Spendaciar, va. frequentativo del verbo: spender.

Spendacion, spendazon, sm. spendereccio.

Spender, -va. spendere; spender a sbrega balon, o a rota de colo, spendere a borsa sciolta; destinar de spender., mettere a sovvallo, — stanziare di spendere: — ^Per queste vacanze ha messo a sovvallo tre cento fiorini.“ — «Per la nuova chiesa sono stati stanziati capitali favolosi;“ chi più spendi meno spendi, prò a chi più spende, meno spende; vai più un colpo di maestro che due di manovale; nn bel guadagnar fa vn bel spender, e el guadagnar insegna spender, v guadagnar; spender ma no spander, v. spander

Spensierado, agg spensierato, sventato, trascurato.

Spenta, ’sf. impulsione spinta; meza spenta, met. mingherlino, tisicuccio, — essere abbozzato, individuo abbozzato.

Spenton, sm. spinta, spintone. urto.,

Speranza, sf. speranza; poet. speme, spene; che ga speranza, speranzoso; tignir in speranza, lusingare, — dare erba trastulla; dar speranza, speranzare; aver perso ogni speranza — in una data cosa: come disse la tinca a’ tincolini: No’ siam fritti; de no poderghene aver speranza, di perduta speranza: — ^Pensava di farlo studiare, ma ho cambiato avviso; che volete è un fanciullo di perduta speranza;“ no esser de averghene speranza, scaldarsi a tal fascina: — »Grede che i parenti l’aiuteranno se si scalda a tal fascina può andare a letto al buio; ’ fin che glie xe fià ghe xe speranza, v.. fià.

Sperar, vn. sperare; chi vivi sperando mori cagando, m. prov. chi vive di speranza muore a stento, o muore cantando, o cacando.

Spergiurar, v. usato nel solo modo met. giurar e spergiurar, giurare: „ Go giurà e spergiurò de no andar più de Milia. Ho giurato di non andar più dall’Emilia.“

Sperimentà, agg. esperimentato; met, accorto, destro.

Sperimentar, va. cimentare, provare, sperimentare.

Spesa, sf. acquisto, compra; dispendio, spesa; le picole spese, le male spese; far le -spese,, met. astringere per via di corte, — dare spesa: — „Non voleva saperne di pagare ed io gli ho dato spesa; * dover pagar le spese, essere condannato nelle spese: — „E la finì vedete, che fu costretto a rimborsarmi, senza contare che fu condannato nelle spese;“ andar, o mandar far la spesa, andare, o mandare in mercato, o a spendere, e detto antonomasticamente: andare, o mandare far la spesa; profitarse co se va far la spesa, guadagnare, rubare — e simili — sulla sporta: — „Sarebbe un’ottima serva, ma che vuole, ruba troppo sulla sporta;“ esser una spesa continua, met. essere un censo: — „Ea a modo d’un pazzo, acquista una cosa nuova, sai - bene che le cose vecchie sono un censo;“ meritar la spesa, met, francare, portare, sopportare la spesa, — metter conto; no meritar la spesa, met. non metter conto: — , Non mette conto che tu t’immischi con quel cialtronaccio;“ non francare la spesa: -— „Non franca la spesa l’andarci;“ cavar le spe-