Pagina:Don Chisciotte (Gamba-Ambrosoli) Vol.2.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

prologo. 7

morto e sepolto. Mi sono a tale partito condotto affinchè non siavi chi ardisca di uscire in campo con nuove falsificazioni, da che sono anche soverchie le passate; e basta poi che un discreto uomo abbia fatte gustare un poco queste giudiziose pazzie senza ravvolgervisi per entro eternamente. L’abbondanza delle cose, benchè sieno buone, fa loro perdere il pregio; e vanno sino a mercarsi estimazione le meschine quando se ne faccia economia. Mi dimenticavo di prevenirti, o lettore, che puoi attenderti quanto prima il Persile che da me va compiendosi, ed altresì la seconda parte della Galatea.



FinePrologo.jpg