Pagina:Doyle - Le avventure di Sherlock Holmes.djvu/22

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 18 —


— Si. Sono disceso al Langham Hôtel, sotto il nome di conte Von Kramm.

— Va bene, vi scriverò. Ora in quanto si riferisce alle spese?...

— Vi lascio carta bianca. Darei volontieri la più bella delle mie provincie per riavere quel maledetto ritratto.

Il re si tolse dalla cintura una pesante borsa di cuoio, e gettandola sul tavolo:

— Ecco 500 lire sterline in oro, disse, e il doppio in banknotes. Serviranno per le prime spese.

Holmes strappò un foglietto del suo carnet, vi fece la ricevuta e la porse al principe.

— L’indirizzo della signorina? chiese.

— Briony Lodge, Viale Serpentine Saint John’s vvood.

— Una parola ancora. Che formato ha la fotografia?

— Formato album.

— Benissimo, disse Holmes scarabocchiando in fretta sul margine del suo carnet alcune indicazioni mentre il re lasciava l’appartamento. Watson, egli soggiunse, appena udimmo che la vettura reale scompariva fra la notte: Buona sera, a domani venite a trovarmi qui alle 3: avrò piacere d’intrattenermi con voi su quest’affare.