Pagina:Dubbi amorosi.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(17)
RISOLUZIONE XIX.


    Nei decreti, alla prima distinzione
Di codesta materia ov’è la chiave,
Al titol detto de consecratione,
Nel capitol sicut degno e grave,
Ove in tutto e per tutto si dispone,
Che la necessità legge non have,
Talch’il pover pedante fù costretto
Per la vista passar per loco stretto.


RISOLUZIONE XX.


     De condictione indebito noi avemo
Nei digesti la legge si non sorte
Nel paragrafo cento al verbo nemo,
Che ritener senza favor di corte
Robba di nostro debitor potemo,
Pur ch’util più del debito non porte;
Talche ella non tenetur se i quattrini
Tolti, non eran più di sei carlini.


RISOLUZIONE XXI.


     Messer Matteo nella decisïone
Sessantanove dice, ch’al consorte
Quando dolosè fà una donazione
La moglie, che stà già vicina a morte,
Nel testamento poi non ha ragione;
Ond’io consideratis benè, accorte
Considerandis dico, che quel tale
Non gl’è marito, e ’l testamento vale.