Pagina:Dubbi amorosi.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 30 )
DUBBIO VI.


     Per torsi il mal di madre suor Prudenza
Che l’impedìa sue sante orazioni,
Si fè chiavar da due frati ghiottoni.
Meritava di ciò far penitenza?


DUBBIO VII.


     Un giorno stando Giulia in una scola
Prese in la bocca il cazzo a un suo Bertone,
E in un istante gli diè un morsicone.
Ditemi se costei peccò di gola?


DUBBIO VIII.


     Non potendo cacare un disperato,
Perch’altro non potea, si fè cacciare
Un cazzo in culo, e si fè buggerare.
Utrum per non morir fece peccato?


DUBBIO IX.


     Livia volea saper che cosa è amore,
E per questo si fè chiavare alquanto,
Nacque in questa maniera un dubbio intanto,
S’ella sol per provar commise errore?


DUBBIO X.


     Sul cazzo che rizzato avea fra Carlo
Giù dal balcon cascò suor Margarita,
Le ruppe il culo e le salvò la vita.
Dovea perciò dolersi o ringraziarlo?