Pagina:Due novelle aggiunte in un codice del MCCCCXXXVII.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

NOVELLA PRIMA


Giovanni Cavedone è innamorato di madonna Elisa de gli Onesti, e Agnolo fornaio credendolo servire, della sua propria donna galeotto1 diviene.


E’ non è guari di tempo passato, che essendo io in Pisa all’albergo del Cappello dove si ritrovonno più e più mercatanti di vari paesi, come tutto giorno veggiamo negli alberghi avvenire; e avendo tutti lietamente cenato, ed essendo d’inverno tutti ad uno

  1. Da un cavaliere per nome Galeotto che fu mezzano dell’amore tra Lancillotto e Ginevra, come abbiamo nell’antico romanzo cavalleresco di Lancillotto del Lago (la cui lettura fa Dante essere stata cagione che Paolo