Pagina:Elogio della pazzia.djvu/216

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

della pazzia 203

le cose spirituali superano infinitamente le materiali, e che i beni invisibili sorpassano di lunga mano i visibili. Questo però è manto promette un profeta dicendo: L’occhio non ha veduto, l’orecchio non ha udito, non è arrivato al cuor dell’uomo quanto ha preparato Dio a quelli che lo amano. Questo è quel genere di pazzia il quale, non che si perda allorchè si passa dalla terra al cielo, acquista anzi il suo ultimo grado di perfezione. Per parlarvi nuo-