Pagina:Eminescu - Poesie, 1927.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXVIII Introduzione


di sinistra, un piccolo canapè che gli serviva di letto, e sul quale dormiva coi piedi rivolti verso il fuoco, senza nè materasso nè coperta. Il canapè era stato una volta rosso, ma allora appariva del tutto scolorito. Davanti al canapè sorgeva un tavolino d’abete, e, accanto al tavolino, dalla parte opposta, una sedia anch’essa d’abete greggio non dipinto, come il tavolino. Questo era tutto l’ammobiliamento della stanza. I libri Eminescu li teneva gittati alla rinfusa sul pavimento ed occupavano tutto lo spazio libero dalla finestra al tavolino. Nella stanza non si spazzava, e non si spolverava, sicché negli angoli e sotto il soffitto i ragni avevan tessuto le loro tele, così come egli ci descrive nella poesia intitolata Solitudine.

A Bucarest Eminescu non restò molto tempo. Nel luglio del 1869, quando Mihail Pascali dette colla sua compagnia nove rappresentazioni a Cernăuţi, corse voce tra gli studenti che Eminescu facesse parte della compagnia come suggeritore. I suoi colleghi però non riuscirono ad accostarlo, malgrado facessero di tutto per rivederlo. Si vede però che da parte sua, lui faceva di tutto per non incontrarsi co’ suoi amici d’un tempo. Faceva parte di questa compagnia una giovine artista Eufrosina Popescu, una giovinetta di rara bellezza, che, quasi senza volere, attirava su di sè tutta l’attenzione del pubblico. Questa ragazza che poteva avere allora poco più di diciassett’anni, benché non fosse un’artista di prima qualità, era divenuta, grazie alla sua bellezza e alla grazia de’ suoi gesti, la favorita del pubblico di Cernăuţi e specialmente degli studenti. Si diceva che il Pascali la tenesse sotto la sua speciale protezione e che tutti gli attori le fossero affezionati come a una figliuola della loro compagnia. Gli studenti che misero in giro la voce che Eminescu si trovasse nella compagnia, giuravano che Eminescu fosse innamorato di lei, e che per lei avesse interrotto gli studii e scelta la carriera dell’artista drammatico, seguendo