Pagina:Ferrero - Leonardo o dell'arte, 1929.djvu/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

85

visione della vita sia arrivato a poco a poco a quella particolare dell’arte, che ci interessa — critica, più che altro psicologica e forse un poco schematica. Perchè nessun sentimento, nell’uomo, è così puro come il critico vorrebbe far credere; ma d’altra parte non si riuscirebbe mai a capire un briciolo delle cose, se non ci si rassegnasse a semplificarle.



(1) Vasari, Vite. Proemio alla parte III.

(2) Lomazzo, Trattato dell’arte della pittura, scultura, architettura, Milano, 1584. Cap. I.

(3) Cennino Cennini, Trattato della pittura, Roma 1827, Cap. CLXIII.

(4) Lorenzo Ghiberti, Commentarii, II, 3ª ediz. di J. von Schlosser, Berlin, 1912.

(5) Ghiberti, Op. cit., II, 22.

(6) B. 8.

(7) B. 53.

(8) L. B. Alberti, Trattato della pittura, Milano, 1804. Pag. 70.

(9) Op. cit., pag. 55.

(10) Una rete o un velo che l’Alberti consigliava al pittore di stendere dinnanzi al modello.

(11) Op. cit., pag. 91.

(12) Op. cit., pag. 39.