Pagina:Fiabe e leggende Emilio Praga.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86 fiabe e leggende

Alla più vaga donna ti inchinerai del mondo!
Solo il vederne gli occhi ti rifarà giocondo;
E poi, giunti al paese là delle eterne rose,
Ti sceglierai fra quelle giovanette amorose,
Per viaggiar nei piaceri, qualche pietosa stella...
La mia, sappilo, è il sole... è la contessa Bella! —
Tutto ciò in un minuto fu detto, e senza pure
Guardar l’altro nel viso, via per le strade oscure
Il cavalier disparve.