Pagina:Fineo - Il rimedio infallibile.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

43


HH

À tanta forza la consuetudine invecchiata in una cosa, & l’essersi lungo tempo tenuto un certo uso ordinario in quella, che non hà dubio che l’introdurre circa essa usanze nove è impresa difficile à trovar loco ne gli animi de le persone. Questa prerogativa de la consuetudine invecchiata, se bene è vera, & hà gran forza, non è però che non sottogiaccia ancor essa à la variatione, et mutatione, cosi come tutte l’altre cose quà giù de la terra. Massime quando la consuetudine passa in un’altro modo di fare, il quale sia migliore, & evidentemente più utile. Percioche tutti gli homini che habbino alcun lume di ragione, cercano l’utile: & li prudenti con avidità vi si attaccano; specialmente quando trovino facile il farselo: quando se lo ponno fare da se stessi, sen’haverci à disporre la volontà d’un’altro: quando questo sia congiunto con l’honesto, & col dilettevole, che, & non si fà cosa sordida, nè si offende alcuno, nè la conscienza propria. Et in somma, quando col farselo si gli diminuisce fatica, pensiero, fastidio, & spesa; & insieme si gli cresca una desiderata satisfattione, come senza dubio si vede, che succede ne la presente Invention mia. Per questa tal forza adunque de la consuetudine d’essere Avezzi gli huomini di usare le Botte di legname, non dubito che ci saranno di quelli, che non potranno su’l principio quasi sentire questa mia Inventione. Allega pur ragioni à tua posta. Et per aventura parrà anco loro difficile à mettersi ad effetto per la carestia de Maestri, che sappino fare tali Vasi. Dubiteranno anco, che sia di molta spesa, quando bene trovino Maestri, & via da poterseli fare. Et molte altre difficoltà troveranno, per causa di

parer