Pagina:Francesco Ambrosi, Trento e il suo circondario descritti al viaggiatore, 1881.djvu/126

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
102 Distretto di Civezzano


Sternigo, ed offre una scena di natura veramente incantevole, proveduta nelle sue adiacenze di un’acqua salutare ferruginosa che potrà dar luogo col tempo a un albergo, a uno Stabilimento di cura dei più frequentati.

Lona. (390 ab.) è paesello che sorge a maestro di Baselga. Dista dal suo borgo 11.4 Kilm., e tiene a mezzoggiorno Lases (643 m. — 270 ab.), che ha pure un laghetto, dove si pescano, come in tutti laghi di questa valle, tutte le specie di pesci comuni al Trentino. — Rizzolaga. (1078 m. — 320 ab.) sta tra i due laghetti di Serraja e le Piazze, tra il monte Chiara e la via che porta da Baselga a Bedol ed a Brusago. È discosta da Civezzano 11.8 Kilm. e giace in suolo di porfido quarzoso, sferzato da un clima che si risente di una rigidezza insolita ai luoghi sottostanti.

Le Piazze. (1101 m. — 374 ab.): paesello che si tiene dietro il lago suo omnonimo, al culmine della valle di Pinè, dove le acque volgono all’Avisio in luogo di correre al Fersina. Si discosta da Civezzano 14.2 Kilm., addita la via di valle Regnana, di Bedol e Brusago per la valle di Cembra, ed ha a mezzogiorno il suo laghetto, ad oriente la Varda e Regnana (218 ab,) la prima un casale con opportuno albergo, ed il secondo il paesello, dal quale si noma, e quella conca o valle che si dice Regnana, e il rivo che la bagna, scendendo dai monti Costalta e Tovi. — Bedol (1133 m. — 719 ab.) è villaggio posto nel fondo della valle, discosto