Pagina:Frezzi, Federico – Il quadriregio, 1914 – BEIC 1824857.djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
142 libro secondo

     Se tu non vuoi, morendo, essere spento,
cammina sí, che quella vita cresca,
che ’l ciel non logra col suo movimento.—
     Come infingardo, a cui l’andar incresca,
140e, perché vada ratto, alcun gli grida,
ch’allor s’affretta e li passi rinfresca;
     cosí fec’io al dir della mia guida,
tanto ch’io trapassai il regno afflitto
del rio pirata e crudele omicida.
     145E dietro alla mia dea andando io dritto,
pervenni in loco, ove trovai una porta;
e quel che seguirá quivi era scritto,
     il qual io lessi ed anco la mia scorta.