Pagina:Gaetano Cantoni - Fisiologia vegetale, 1860.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

37


esempi.

Tempo impiegato ad arrossare la soluzione di lacca muffa. Potassa Caustica impiegata per ridonare il color blù. Acido carbonico espirato durante lo sperimento. Acido carbonico che sarebbe espirato in 24 ore.
Ulivo alto metri 1,50 Ore 10 Gram.0,05 Gram. 0,02 Gram. 0,04
Violaccio (cheiranthus) di mediocre grandezza.      "        6      "        0,10      "        0,04      "        0,16
Fava, in fiore, rigogliosa.      "        7      "        0,08      "        0,03      "        0,10
Cavolo, ben fogliuto      "        4      "        0,10      "        0,04      "        0,24
Pesco, alto metri 1      "        6      "        0,10      "        0,04      "        0,16
Cipresso, alto met. 1,20      "        24      "        0,05      "        0,02      "        0,02

Provato così che le radici dei vegetabili espirano acido carbonico, noi precurammo di mettere questa nozione in rapporto con le cose mostrateci dalla natura e credemmo:

Che la vegetazione di migliaja e migliaja di piante erbacee ed arboree sui cornicioni degli edifizi, non menochè sopra le più solide muraglie, nelle cui commetiture a preferenza insinuandosi colle radici, si impadroniscono del cemento, sconnettendo e disseparando il materiale per modo, da portare talvolta dei guasti non indifferenti nel punto in che i vegetabili stessi presero soggiorno.

Che le corrosioni prodotte sulla superficie interna dei vasi di giardino dalle radici delle piante in essi coltivate, in modo che di sovente s’infossano e aderiscono sopra la detta superficie, da doverle strappare o tagliare quando si voglia cavar dal vaso la pianta cui appartengono.

Che le solcature ed erosioni operate sulle pietre calcaree dalle radici dei vegetabili, osservate anche dal marchese Ridolfi, e da lui pur ricordate all’Accademia dei Georgofili, non che i risultati delle sperienze fatte dal professore Emilio Bechi con l’ossalato di calce, credemmo dico, che tutti questi fatti fossero cagionati dalla emissione dell’acido carbonico per le radici delle piante.