Pagina:Gaetano Cantoni - Trattato completo di agricoltura, 1855.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

della zucca. 117

alla compressione; l’odore non deve essere molto pronunciato. La troppa sonorità del frutto, battendolo colle dita, è indizio d’immaturità. Il popone si conserva di più e riesce migliore quando non sia colto a maturanza inoltrata. I poponi d’inverno si colgono alquanto più immaturi degli altri, e si dispongono in locali asciutti, ma non ventilati, senza ammonticchiarli, nè farli toccare l’un l’altro, o meglio ancora s’infondono nel miglio o nella crusca, lasciandone visibile una piccola porzione presso il peduncolo; la perfetta maturità di questi si riconosce dal color gialliccio che prende la loro pelle, e dall’odore fragrante che tramandano.

Un ettaro ben coltivato a poponi può dare un prodotto superiore a quello che ho indicato pel cocomero.

della zucca

. § 856. La zucca (cucurbita pepo) conta molte varietà tanto per la forma, quanto per la qualità e colore della propria sostanza carnosa. Le più coltivate fra queste sono la zucca verde e lunga internamente bianca; la zucca bianca tonda internamente gialla; la zucca a turbante a corteccia strisciata di giallo bianco verde e rosso al di fuori, e la zucca a trombetta a scorza verde, ambedue gialle nell’interno; e finalmente la zucca verde quarantina, bianca internamente.

La zucca ama pure un clima caldo poichè le varietà a polpa bianca esigono almeno 3200° gradi di calore, temperatura media al di sopra di +12°, e le altre a polpa gialla ne vogliono 4000°, per il che ordinariamente non può coltivarsi se non dove si può coltivare il melgone. Il frutto di questa pianta contiene l’80 per % d’acqua, ed avuto riguardo al grande disperdimento d’umidità che si fa per mezzo delle ampie sue foglie facilmente rilevasi essere necessaria o l’umidità atmosferica, o l’umidità artificiale per mezzo dell’irrigazione.

Per questa coltivazione vuolsi un terreno leggiero, vegetale- siliceo-argilloso, che si conservi fresco e che si riscaldi facilmente. La concimazione, la preparazione del terreno e la semina si fa nello stesso modo che si è indicato pel popone. I semi si ammolliranno dapprima nell’acqua tiepida per 24 ore. Le cure successive di coltura sono le medesime di quelle indicate per le altre piante cucurbitine.

Esiste l’uso di seminare le zucche nel melgone, le quali