Pagina:Gazzetta Musicale di Milano, 1843.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 21 -

volgere l’attenzione de’ filarmonici alle produzioni che dalle altre emergono per feracità di concetti, per squisitezza di armonie e per classica condotta; cosi non, possiamo a meno di render noto a suonatori di pianoforte e di violoncello, presso lo stabilimento Ricordi essersi recentemente pubblicato un Gran Duo del maestro Hiller per gli anzidetti istromenti. Questo eccellente e lungamente sviluppato pezzo (in mi bemolle) allorché, nelle memorabili serate, a cui Hiller si compiaceva invitare il fiore de’ nostri musicisti, venne a perfezione eseguito dall’esimio autore insieme ad un de due abilissimi dilettanti a cui e dedicato, da ognuno assai favorevolmente giudicossi e fu presagito dover esso produrre non volgar sensazione nel mondo musico-stromentale. L’appassionato duo di Henselt, da noi encomiato nel N° 51 di questa Gazzetta musicale, ora trovò un degno riscontro in questa opera ventiduesima di Ferdinando Hiller, il quale presso lo stesso Ricordi testè fece pure di pubblico diritto, Sei pezzi per canto in chiave di sol, non meno lodevoli per le cantilene che per gli accompagnamenti... - Torino. Luigi Fabbrica con aumento di stipendio venne riconfermato nell’incarico di maestro-direttore di questa Società Filarmonica, posto già occupato dal chiarissimo Coccia. Una tale distinzione riesce piucchemai onorevole pel valente allievo dell’I. R. Conservatorio di musica in Milano. — Bologna. Un giornale di Roma, al dir della Presse parigina, annunzia che Rossini ha compiuto una messa da Requiem di cui indirizzò una copia a S. S., che benignamente accolse il dono, non che la lettera che lo accompagnava. Quanto puossi con certezza asserire, si è che al primo aprirsi della stagione di primavera il gran maestro ci abbandonerà onde recarsi per qualche

tempo a Parigi.

(V. Gazz. di Milano)




NOTIZIE MUSICALI STRANIERE

- Vienna. Il rinomato suonatore d'arpa Parish-Alvars è partito il 8 gannjo in compagnia di sua moglie (Melania, rinomata artista e figlia del sig. Lewy, professore a questo I. R. Conservatorio), e di ambi i giovani artisti Carlo e Riccardo Lewy a Praga, ove daranno concerti, recandosi poscia a Dresda, Lipsia e Berlino. I somiglianti ritratti di questa famiglia artistica, si sono pubblicati or ora nell'I.R. negozio di musica di Mechetti.

Praga. Nella notte del 25 al 26 dicembre morì il sig. Federico Dionisio Weber, direttore di questo Conservatorio di musica. Per le sue esequie fu eseguito il Requiem di Mozart.

Dresda. Le novità qui sono due nuove Opere: Rienzi e l’Olandese volante del M.° Riccardo Wagner. Egli studiò la composizione alla scuola di S. Tomaso e all’Università di Lipsia, e a Parigi imparò a conoscere Meyerbeer. Scrisse il libro e la musica di ambe queste sue Opere. Il difetto loro principale è l’eccessiva estensione de’ pezzi musicali, modellati sui lavori di Meyerbeer, di Mendelssohn, e forse anco di Berlioz; le melodie vi sono brevi e rare, gli stromenti d’ottone troppo occupati, le due ouvertures senz’ordine, e vi sono molte difficoltà per l’orchestra. Ad onta di tutto ciò il Rienzi fece teatri pieni. (Vedi i precedenti fogli di questa Gazzetta)

— La scuola francese di pianoforte ha fatta di recente una perdita notevole. Il sig. H. Karr, autore di molte opere stimatissime per pianoforte, morì giorni fa colpito d’apoplessia. Era egli padre del celebre Alfonso Karr cui sono dovuti moltissimi pregevoli romanzi, e tante graziose novelle di che in questi passati anni si fregiarono la Revue de Paris, la Révue des Deux Mondes, ed altri giornali parigini.

— S. M. Il Re d’Annover accordò recentemente la medaglia d’onore per le arti e le scienze al violinista H. W. Ernst. - S. M. il Re dei Belgi sì degnò accogliere la dedica della partitura di tre nuovi Trio per pianoforte, violino e violoncello, composti da Cesare Augusto Frank, non senza onorare l’artista della alta dimostrazione della sua stima.

— Com’era da aspettarsi, appena il signor Ettore Berlioz ha cominciato il suo musicale viaggio in Germania, e già vi incontra quelle vive simpatie che non potevano mancare al suo ingegno fecondo e originale in questo paese, terra classica della musica del gran genere che non ha ancora obbliate le tradizioni dell'immortale Beethoven. Il signor Berlioz ottenne a Stuttgard un successo d’entusiasmo. Il Re di Würtemberg, che da due anni non aveva assistito a veruna Accademia, onorò della sua presenza, unitamente ai principi e alle principesse della sua R. famiglia e a tutta la Corte, il sommo compositore francese. S. M. diede costantemente il segnale degli applausi, i quali ripetuti con calore dall’intera sala, accolsero ciascun pezzo della Sinfonia fantastica e quella di Aroldo. Dopo l’Accademia, S. M. mandò a complimentare il signor Berlioz. L’orchestra composta dal valente compositore Lindpaitner, che gentilmente ne cedette al signor Berlioz la direzione, fu ammirabile pel ben insieme e per la precisione.

Tre giorni dopo il signor Berlioz, dietro l’invito del Principe di Hohenzolern si recò a dare un concerto nella sua residenza a Hechigen, nella Foresta Nera. Anche nella Cappella del Principe, posta sotto la direzione del violinista e compositore Taëglichbeck, il signor Berlioz trovò un’ottima orchestra. Il principe, grande dilettante ed ottimo intelligente, non al solo concerto ma ed anche a tutte le prove volle assistere. In attestato della sua soddisfazione ci volle offrire al signor Berlioz un regalo di gran prezzo dicendogli «Spero ora che senza tener conto del vecchio ritornello si popolare in Francia, voi vorrete farmi il piacere de retourner dans la Forêt Noire.

(Monde Musical)


— I numerosi Manoscritti originali lasciati dal celebre Cherubini formano una collezione del più alto interesse per l’arte musicale. Il Catalogo che ne fu di fresco compilato si compone di Opere, la maggior parte inedite e delle più svariate produzioni appartenenti a tutte le epoche della lunga carriera del sommo autore.

STATISTICA MUSICALE

La bell’arte nel corso del 1842 soggiacque a gravissime perdite; quella di un Cherubini(1) a tutte sovrasta. Con animo addolorato presentiamo il quadro degli artisti musicali, le cui ceneri sono tuttora tiepide. Pur troppo la lunga enumerazione di nomi grandi o piccoli, che qui si offre potrà per avventura venir accresciuta da altri sfuggiti alle nostre ricerche.

Is. C....


NECROLOGIA DEL 1842

Nome degli individui Luogo della morte Qualità ed osservazioni
Ambrosini Paolo Palermo Basso cantante di qualche merito.
André Giovanni Offenbach Maestro di Cappella di S. A. il Gran Duca di Assia Darmstadt, sapiente teorico-pratico, critico imparziale ed un de' primarj editori di musica.
Baillot Francesco Parigi Famoso professore di violino al Conservatorio di Parigi, continuatore della scuola di Viotti, autore dell’Arte del violino, e principal collaboratore del Metodo del Violino, e di altre opere didattiche adottate in quello stabilimento.
Betle Luigi Parigi Autore della Vita di Rossini e delle Lettere sopra Haydn, le quali non sono che una traduzione dei quelle del milanese Carpani. Egli era molto stimato nel mondo letterario sotto il nome di Stendhal.
Bianchi Cesare Cremona Professore di pianoforte ed organista della cattedrale di Cremona, rapito all'arte in verde età.
Bouillt Parigi Ideò molti melodrammi assai fortunati in Francia ed imitati e tradotti in altri paesi
Canaux Parigi Editore di musica.
Cherubini Luigi Parigi Celebre compositore di eccellenti spartiti teatrali, innovatore nella musica sacra, e zelante direttore del Conservatorio di Parigi. Ottenne di essere assunto a Commendatore della Legion d'onore, distintivo non mai prima compartito ad alcun altro musicante. Riuscì di non comune incremento alla bell'arte in Francia, nazione ch'ebbe sempre il vantaggio di essere sussidiata da' più eletti ingegni musicali di Allemagna ed in ispecie d'Italia.
Clement Francesco Vienne Primo violino del teatro Wieden: emerse nel suonare a prima vista e per la sua memoria.
Colon-Leflus-Jenny Parigi Attrice-cantante non giunta al meriggio di sua carriera.
Daezoville Marsiglia Artista di canto.
Duvan Alessandro Parigi Poeta drammatico ed autore del Giuseppe, del Prigioniero e di molti altri conosciuti melodrammi.
Elleviou Giovanni Parigi Avanti il 1813 festeggiatissimo tenore all' Opera comica, quindi creato cav.e della Legione d'onore.
Ermel Luigi Gand Pianista che acquistossi fama sul finire del secolo scorso.
Facchini Ferdinando Pordenone Basso-cantante.
Ferrari Giacomo Londra Una volta maestro di camera della Regina Carolina: compose non poche opere istromnetali e vocali, alcuni trattati teorici e le sue Memorie.
Fontana Nicolao Mantova Basso-comico.
Gandini Antonio Modena Maestro di Corte e de' teatri di Modena: scrisse varie partiture drammatiche.
Geminiani Livorno In sì terribil guisa morto sul palco scenico mentre fra le disapprovazioni di alcune malevoli suonava sul contrabbasso il tema dell'aria finale della Lucia.
Kuster Enrico Genova Pubblicò un breve Ragionamento sul Ritmo, degli articoli sulla musica in tedesco ed in italiano, progettò ben anco una riforma nella notazione. Fu maestro di cappella alla Corte di Torino.
Lariviere Edmondo Londra Arpista di buone speranze.
Lobbia Luigi Genova Maestro di musica.
Lonati Catone Marsiglia Tenore morto avanti compire il sesto lustro. Egli colse plausi in varii principali teatri d'Italia, di Germania, d'Inghilterra e di Spagna.
Maroni Luigi Novara Abile fabbricatore di organi.
Milano Fra i primi nostri dilettanti di violino.
Mozart Costanza Salisburgo Vedova dell'immortale creatore del Don Giovanni
Palazzesi Matilde Barcellona Prima donna di cartello.
Palmerini Luigi Bologna Profondo contrappuntista, coscienzioso autore di musica sacra, perito organista. Lasciò in manoscritto un completo metodo di Accompagnamento.
Peu Bianca Parigi Allieva emerita di Banderali.
Pixis Guglielmo Praga Violinista distinto ed uno de' primi direttori d'orchestra di Germania.
Rastelli Giuseppe Dresda Maestro e suonatore di violino alla cappella del re di Sassonia. Si provò in ogni genere di composizioni e n'ebbe lodi e valide protezioni.
Rieusset-Goblin Parigi Una delle maestre di canto di quel Conservatorio.
Rochlitz Federico Lipsia Riputato scrittore di opuscoli sulla musica e redattore de' primi 20 anni della Gazzetta Universale della musica.
Savj Luigi Firenze Esecutore sul violoncello e compositore di varii spartiti teatrali e di alcuni pezzi istromentali da camera, fra cui un brillantissimo quintetto per istromenti di arco.
Solustri Raffaele ....... Maestro.
Statuti Annibale Avana Questo basso-cantante rimase vittima del vomito nero.
Tasca (padre) Milano Anziano professore di violoncello nell'I.R. Teatro alla Scala.
Tasca (figlio) Milano Violoncellista anch'esso.
Weber Fed. Dionisio Copenaghen Compositore di opere da teatro e da chiesa non che di melodie sopra antiche canzoni nordiche.
Weyre Copenaghen Benemerito ispettore delle Scuole Comunali per l'insegnamento collettivo e simultaneo del canto in Francia. Autore di un utile Manuale e dell' Orpheon.}}
  1. Ouanto prima presso Ricordi si pubblicherà una dettagliata Biografia di Cherubini scritta dall’illustre maestro Picchianti, altro de’ nostri collaboratori.