Pagina:Gemma Giovannini - Le donne di casa Savoia.djvu/162

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
126 le donne di casa savoia

E i tristi presentimenti non la ingannarono: il 16 aprile 1496, Carlo Giovanni Amedeo moriva in età di 8 anni, traendo seco nella tomba tutte le speranze, le soddisfazioni e gli affetti della povera madre.

Carlo Giovanni Amedeo fu sepolto nella chiesa della Madonna a Moncalieri; e con lui si estinse la linea di Amedeo IX e di Yolanda, succedendogli sul trono il prozio, Filippo di Bressa, di cui era figlio ed erede il fidanzato della giovinetta Yolanda.

Il popolo pianse nel Duchino il bene che se ne aspettava, e più pianse la perdita del governo di Bianca. La quale non volle neppure pensare a ritenersi il potere, come alcuno, specie il Duca di Milano, le suggeriva; anzi, appena suo figlio ebbe esalato l’ultimo respiro, essa scrupolosamente non volle dar più nessun ordine, neppure pei funerali, ne per la sepoltura.

In seguito, il 12 maggio, nel Castello di Torino, si stabilì definitivamente che il matrimonio di Yolanda e Filiberto si sarebbe celebrato appena la fanciulla fosse in età conveniente, e tanta premura fu spiegata da Filippo per evitare che si potesse col mezzo di essa contestare a lui ed ai suoi la corona.

Bianca si formò allora una piccola Corte, ma non si ritrasse pel momento addirittura a vita privata, avendola di ciò pregata lo zio, e rimase con la figlia alla Corte di Torino, che tenne ancora per abituai residenza, non ristando però da frequenti visite e dimore nei castelli del suo assegno vedovile.