Pagina:Gemma Giovannini - Le donne di casa Savoia.djvu/315

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



XXIII.

MARIA GIOVANNA BATTISTA

DI SAVOIA-NEMOURS

Duchessa di Savoia

n. 1646 — m. 1724



All'inquieta speme
Figlia di giovin core,
Tutti prestiamo ricetto.

Leopardi



Quando la Duchessa Cristina vide impossibile protrarre più oltre il matrimonio del figlio, Carlo Emanuele II, gli propose, fra le altre, la giovine principessa Giovanna di Savoia-Nemours, una cugina sua ch’egli aveva vagheggiata in ritratto, e che viveva in Francia alla Corte della Regina Anna d’Austria. Anzi, per facilitare questo matrimonio, invitò madre e figlia a Torino, e le ospitò al Valentino, dedicandole splendide feste.

Ma l’accorto Mazzarino, che non voleva rinunziare alla speranza di porre sul trono di Savoia la nipote, malgrado le aspre ripulse incontrate, fece giungere all’orecchio di Cristina, di cui conosceva il debole, che la giovine era d’indole imperiosa ed altera, ed incapace di