Pagina:Gemma Giovannini - Le donne di casa Savoia.djvu/45

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



IV.

MATILDE

detta anche MAFALDA — Regina di Portogallo

n. 1128 — m. 1158


Ad atti egregi è sprone
Amor, chi ben l’estima.



La storia di Matilde, figlia di Amedeo III e di Matilde di Guido VI, Conte d’Albon, molto differisce a detta di qualche scrittore, da quella di quasi tutte le sue parenti, che non spiegarono se non miti virtù. Sorella di Umberto III il Beato, nato il primo di otto figli, dopo circa vent’anni di matrimonio dei suoi genitori, fino da giovinetta Matilde, a preferenza del fratello, si mostrò dedita agli esercizi virili e all’arte della guerra. Certo ferveva in lei il sangue della sua trisavola Adelaide, e ne uguagliava molte qualità e tendenze. Vestita da guerriero trattava l’asta e la faretra, o lanciava la fionda, come un soldato provetto. Piacevasi di cavalcare, andava a caccia, si tuffava nelle onde e sfidava il liquido elemento come un coraggioso marinaro, o un palombaro dei nostri tempi.