Pagina:Giulia Turco Turcati Lazzari - Il piccolo focolare, 1921.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

CAPITOLO SETTIMO



GLI ORTAGGI E I FUNGHI.


SEZIONE I.



GLI ORTAGGI.


Amicizia di genero sole d’inverno.


1. Gli asparagi. — Gli asparagi si puliscono in fondo, raschiandoli con un coltellino, si pareggiano, e legatili a mazzetti, si fanno lessare gettandoli nell’acqua bollente salata, finchè sono morbidi senza diventare mollicci. Si possono gustare così semplicemente col sale, oppure conditi in insalata o con burro e formaggio.

2. Le barbabietole. — Le barbabietole si condiscono con olio, aceto, pepe e sale dopo averle cotte nell'acqua bollente salata. La cottura, se sono grandi, può esigere anche tre ore di tempo. Le piccole barbabietole rosse, affettate, si possono anche conservare come appresso, nell'aceto forte, con un cucchiaio di seme dì comino.

8. Le biete. — La parte verde delle foglie di bieta può sostituire benissimo lo spinacio, le loro costole bianche si fanno lessare nell'acqua bollente salata, poi si mondano e si condiscono in insalata oppure si tagliano a pezzi e si rosolano in tegghia con olio, burro, pepe e sale, bagnandole con un po’ di latte.