Pagina:Giuseppe Grassi - Saggio intorno ai sinonimi della lingua italiana (1821).djvu/125

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

107

A. Bravo! da par tuo!

M. Se il vocabolario non ti va a sangue, leggi quegli autori antichi che parlarono di me tanto onorevolmente, e ti so dire che son di quelli co’ mustacchi e colla barbetta, che vivevano millant’anni fa.

A. Qui ti voleva. Or ascoltami, e fa senno: al tempo in cui la lingua italiana balbettava in culla, tu ci venisti dalle coste della Provenza, ove avevi deposto il maestoso tuo nome di magisterium. per assumer quello di mestier1. In quest'abito fosti accolto da’ nostri padri, i quali ti riconobbero atto ai loro bisogni, che erano allora assai pochi: nè io era ancor ben nota per le mie tante qualità che risplendettero dappoi. I tempi ti correvano propizii, poichè fra le arti che professavano gli uomini non v’era che una sola distinzione, di nobili cioè, e di servili. Nobili erano l’armi, servili la medicina, l’architettura, ed ogni altra cosa che dalle opere dell’intelletto procedesse.


  1. *Ménage diction. étymol. de la langue franc. Di qui prende pure origine il titolo di maestro dato ai legnajuoli, sí muratori ecc.