Pagina:Gli antichi statuti municipali di Montevarchi.djvu/1

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Gli antichi statuti municipali di Montevarchi




Dall’ esame attento e diligente degli statuti coi quali si governavano i nostri comuni è dato formarsi un concetto più o meno completo di quella parte della loro storia che riguarda gli ordinamenti municipali, le costumanze, il commercio, le istituzioni diverse e lo svolgimento progressivo della vita pubblica nei vari suoi rami. E’ in questo intendimento che io mi detti a esaminare pazientemente e in parte anche a trascrivere la collezione degli statuti del comune di Montevarchi che si conservano nell’ Archivio di Stato di Firenze, dei più antichi ed importanti dei quali mi propongo dare un breve cenno.

La terra di Montevarchi, ben lo disse e lo dimostrò il compianto nostro collega Giulio Cesare Carraresi sulla sua erudita memoria sulle origini di Montevarchi e della sua Chiesa Maggiore, è d’ origine assai più antica di quanto comunemente si credeva in seguito alla frase più oscura che erronea di Filippo Villani, che ne attribuisce la fondazione al conte Guido Guerra di Marcovaldo dei Conti Guidi. Da un documento contenuto nel vol. 22 dei Capitoli del Comune di Firenze che si conservano in quell’ archivio di stato e appartenente ad una epoca nella quale Guidoguerra era vivo e verde, chiaramente si rileva che Montevarchi in quel tempo aveva già un suo sviluppo commerciale di tal natura da non poterlo attribuire che a una lunga e prosperosa esistenza. Si tratta di una