Pagina:Gli sposi promessi II.djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
326 gli sposi promessi

bestemmiava più di tutto il cardinale: contri il quale tale era l’odio di lei, ch’ella ebbe a dir poscia che tutte le inimicizie 1 che gli uomini chiamano mortali, erano un giuoco appo di quella ch’ella sentiva per lui.

Intanto lo scellerato 2 vicino ripose il piede nel monastero, 3 e parte colla persuasione, parte colle minacce 4 astrinse le altre due sue vittime a seguirlo; e di notte con esse fuggi. Ma, o fosse disegno premeditato di quell’animo atroce, o 5 ebbrezza di scelleraggine, poco distante dal 6 paese, in riva al Lambro, 7 una dopo l’altra le trafisse con un pugnale, gittando l’una nel Lambro, e l’altra in un pozzo 8 rasciutto ed abbandonato nei campi. 9 Ma le ferite non furono mortali, ed entrambe le donne furono salve per diversi eventi e rinvenute, e riposte a guarire in un altro 10 monastero del borgo.

La Signora 11 all’annunzio di 12 tali atrocità, tutta, 13 tutto ad un tratto si mutò; rivolse in orrore di se stessa, in pentimento, in dolore ineffabile, in lagrime inesauste, tutto quell’impeto di furore; 14 e da quel momento fino al suo ultimo respiro non si stancò mai di espiare 15 almeno ciò che non poteva più riparare. Il Cardinale, 16 ch’ella chiamò poi il suo liberatore, dovette porre un freno 17 ai rigori ch’ella esercitava contra se stessa; 18 la visitò da poi, e la consolò sovente. 19 Pagò egli poi sempre le spese del suo mantenimento, perchè i parenti, come se col rifiutare quella sventurata avessero potuto 20 scuotersi da dosso la colpa che avevano nella sua rovina, non vollero più udirne parlare. Le 21 due compagne la imitarono nella penitenza. 22 Ma 23 il miserabile pervertitore di tutte, bandito nella testà, dopo d’avere errato qua

  1. degli uomini
  2. [Egidio] vicino torna
  3. ne trasse
  4. [le due altre sue vittime, e di notte] ne trasse di notte le altre due sue vittime
  5. demenza
  6. borgo
  7. trasse un pugnale, ne trafisse una e la gittò nel fiume, promettendo alla superstite di volere andare con lei sola a salvamento. Ma poco dopo gittò pur questa in un pozzo
  8. seccato
  9. Ma l'una e l’altra
  10. convento
  11. all'udire
  12. questi orrori
  13. Sic
  14. [e cominciò una vita di sagri | cominciò tosto una vita di] e d’allora in poi non pensò per tutta la sua vita che ad espiare [le colpe che non] ciò che non (lacuna)
  15. ciò che non era
  16. [divenne] divenuto
  17. alle
  18. la visitava e la consola
  19. [e pensò la s | pagò sempre le spese del suo manteni] I parenti della povera Geltrude, cercando si
  20. scote
  21. altre
  22. [Ma la fine d’Egidio fu] Ma Egidio che
  23. lo scellerato