Pagina:Gli sposi promessi II.djvu/180

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
330 gli sposi promessi

giungessi arso di sete in una osteria disabitata, a cercar vino, troverei aceto, e qui 1 che aceto ci vorrebbe... »

«Taci, gaglioffo, ché non è tempo da 2 sciocchezze,» interruppe il secondo.

« Ohe ! » disse il primo, « non dà segno di vita: se fosse morta davvero3 avremmo fatta una bella spedizione. »

«Noi abbiamo eseguiti gli ordini puntualmente,» rispose il secondo; «se fosse accaduta una disgrazia non è nostra colpa. »

« Che morta ! » disse il terzo: « è un picciolo fastidio che le è venuto: eh! le donne ne hanno per meno d’assai: or ora tornerà in sé. »

4 Mentre quegli sciagurati tenevano questo consiglio, ed esprimevano la loro inquietudine 5 in uno stile degno del loro animo, la carrozza 6 era uscita dalla via più battuta, aveva 7 imboccata una stradella di traverso pei campi, e continuava rapidamente il suo cammino.


Intanto colui, che aveva afferrata Lucia, ed era un bravo di Egidio, 8 rimasto nella strada quando la carrozza parti, si guardò intorno; e, 9 certo che nessuno lo aveva scorto, 10 spiccò un salto 11 sul pendio d’una riva, abbrancò un ramo della siepe, con un altro salto fu sull’alto della riva, e si appiattò ad un polloneto di castagni, che 12 conservavano ancora tanto delle lor foglie da nascondere un birbone. Il primo grido di Lucia era stato inteso nei campi di qua e di là da pochi lavoratori che v’erano, e questi accorsero alla 13 riva per guardare nella strada che fosse; 14 ma cercando di adocchiare nascosti dalla siepe, per non entrare in qualche impiccio, per non toccarne, per non essere citati come testimoni, per non arrischiarsi in somma, che è il 15 pensiero il più comune 16 nei tempi 17 in cui i violenti fanno la legge. 18 Mettevano la faccia ai fori della siepe, e guatavano; altri vide una carrozza che

  1. l'
  2. burle
  3. vorrebb’essere una bella
  4. Cosi quegli sciagurati (lacuna)
  5. con parole e con uno st
  6. [continuava rapidamente il suo cammino] aveva
  7. preso un
  8. che - A margine, in penna: «Mi pare che questo bravo potrebbe aver veduta Lucia ed essere stato mandato affine che gli altri non la pigliassero in scambio. Indicare questa circostanza o qui o altrove».
  9. non vi
  10. diede
  11. sur una riva, abbrancò un
  12. la
  13. siepe
  14. ma
  15. primo pensiero che nasce ai più nei tempi etc.
  16. e il più
  17. dove è vi
  18. Ponevano