Pagina:Gli sposi promessi II.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo i. - digressione: la signora. 173

raddolcita, 1 «credo un po’ più a voi, ma non vi credo ancora del tutto. 2 Vi hadue linguaggi che si somigliano: quello che parte dal fondo del cuore, e quello 3 d'una figlia oppressa, 4 che dice il falso per terrore, e protestaci amare ciò ch’ella abborre più al mondo. Voglio sentirvi da sola a sola. Padre guardiano, se ella conoscesse per testimonianza degli occhi suoi i casi di questa giovane, certo ch’io non starei ora in dubbio: ma ella non li conosce che per relazione: e per me, 5 piuttosto che servire alla violenza fatta ad una povera giovane...»

«Il Padre Cristoforo,» disse il guardiano, «che mi ha posto nelle mani questo affare, è uomo tanto oculato, quanto lontano 6 dal favorire una violenza,7 ed alla sua asserzione iocredo quanto ai miei occhi. Stimo però cosa molto savia, che la Signora illustrissima, esamini 8 col suo senno consumato questa faccenda, e spero 9 che l’esame mostrandole la verità dell’esposto, la determinerà ad accordare il suo appoggio a questa famiglia perseguitata.»

«Lo spero,» rispose la Signora, con una placidezza garbata, e come desiderosa di far dimenticare il trasporto passato: «lo spero: 10 e quel poco ch'io potrò fare, prego il padre guardiano di attribuirlo in gran parte alla sua intromissione. Per ora ecco quello che mi sovviene di poter fare. La fattora del monistero ha collocata da pochi giorni l’ultima sua figliuola. Questa giovane potrà occupare la stanza abbandonata da quella, e supplire ai pochi servigj ch’ella faceva. 11 Ne parlerò colla madre Badessa, ma da quest’ora le dò la cosa per fatta, sempre che Lucia ne sia contenta.» Il guardiano proruppe in ringraziamenti, che la Signora troncò gentilmente, ma lasciando però capire che ella faceva assegnamento sulla riconoscenza dei cappuccini.
Chiamò quindi una delle 12 monache che le facevano da da-

  1. io vi credo un po' più
  2. [So | lo so, vedete] Io so che |la | il terrore può far parlare una povera figlia contra il suo cuore, con tanta sicurezza, con tante proteste, con tanti giuramenti, [come se ella] più che se parlasse dal fondo del cuore.
  3. che
  4. e spaventata
  5. [piuttosto | piuttosto] prima di
  6. dal serv
  7. [di p | ed io son certo della verità] e i miei occhi non mi sono testimo
  8. prudentemente
  9. [chè e] in conseguenza di questo esame,
  10. [e stia] e qualunque
  11. E volgendosi a Lucia
  12. [sue| sue