Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/110

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


OSI PROMESSI del giardino attuale v’era allora una strada,1 che divideva il terreno dell’abbazia dal3 terreno d’un monastero, di cui il chiostro rimane tuttavia in piedi, con una facciala la quale vorrebbe dire: — sono un palazzo, — con tre altri lati che pal¬ elle dicano: — siamo un casolare dirupato, ed un comples¬ so che non sa bene quello che si voglia dire. — Questa via era posta quasi dirimpetto a quella 3 di Borghetto, tut¬ tavia esistente; nel mezzo del quadrivio 4 era una colonna con una croce, e si chiamava la croce di San Dionigi." Delle fabbriche poi, che allora costeggiavano il corso, ben poche rimangono ancora, * e sono le più povere e disadatte ; i palazzi e le case ornate, che ora si veggono,1 son tutte ' nate molto tempo dopo.3 Quando Fermo entrò, vide la casa dei doganieri deserta, e deserta quella prima parte del corso;1" e, se non avesse inteso un romore lontano che accennava un grande movimento, avrebbe creduto d’entrare in una città abbandonata. Guardandosi “ indietro, come accade a chi l! trova soli¬ tudine dinanzi a sé, mentre aspettava di 13 trovar folla,14 vide troppe 16 di gente che veniva, andando innanzi lungo le case dei lavandai; senza saper che cosa pensare di quello che gli appariva, vide egli lunghe strisce bianche,1,1 che avrebbe creduto esser neve, se 17 fosse stata egualmente diffusa; ma erano strisce, le quali terminavano 18 a quella e a questa porta di quelle casipole. Abbassandosi a guardare pili at¬ tentamente, e toccando, si accertò che ell’era farina, e disse tra sé : — Grande abbondanza dev’essere in Milano, se in quest’anno vi si sciupa la15 grazia di Dio a questo modo ! — Procedendo cosi come trasecolato, e passan¬ do presso la croce, per attraversare il corso e 20 incammi¬ narsi dal lato destro, dov’era il convento, gli parve di ve¬ dere al piè della colonna e sugli scaglioni del piedestallo,’5 certe cose sparse qua e là, che non erano ciottoli, e !3 se ! rimpetto a quella [tuttor] la quale —2 monastero di cui rimane — tuttavia aperta — 4 formato — r> Le fabbriche poi che costeg¬ giano —0 tutte quelle —7 sono fatte colle — 8 venute — 9 Segno di richiamo, e a margine, in penna : «. Punto a capo». — 10 senonché sulle porte — 11 allora — 12 non vede gente di — 13 veder — 14 scorse — K* Sic. — l(] come-ili neve — 17 [fosse stata) fosse sparsa — 18 [all) ad una e ad un | e al — 19 farina a questo modo — 20 porsi sul — 21 sugli scaglioni del piedestallo presso — 22 qualche — 23 [se gli fo) se gli avesse