Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/156

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


GLI SPOSI PROMESSI « Presto presto, » diceva pure Ferrer ai servitori : » dov’è quest’uomo benedetto? venga venga, son qui per salvarlo. » Il Vicario scendeva le scale, mezzo guidato e mezzo tirato dai suoi, i quali gli persuadevano ch’era giunta la salute. Quand’egli vide il gran cancelliere,1 mise un gran respiro, si senti4 scorrere un po’ di vita per le gambe, e 3 affrettò il passo incontro al suo salvatore.4 « Stia di buon animo ch’io vengo per salvarla, » disse Ferrer. '« Son perduto! son perduto!» rispose il Vicario: - come uscire di qui? la strada è piena di gente che mi vuol morto. » * Ho qui la mia carrozza: venga tosto, e 5 confidi in Dio, » disse Ferrer; e, presolo per mano, Io condusse verso la porta. « Guardate un po’ come stanno le cose là fuori, » disse egli allora ad un servo:* si tolsero i puntelli, si separarono un po’ le imposte, e un servo, facendo capolino, disse a quelli che facevano guardia al di fuori: «Siamo a tem¬ po ?... » « Si, si, ma tosto, tosto, » risposero quelli : il varco fu aggrandito, e Ferrer usci col Vicario, dicendo:7 * « Quei della guardia, colle mani, colle cappe, coi cappelli, fecero come un velo, una rete, una8 nuvola, per togliere il Vicario alla vista della moltitudine: il Vicario entrò, Ferrer gli tenne dietro, lo sportello fu chiuso; la moltitudine seppe, indovinò quello che era accaduto, e sollevò un grido con¬ fuso di * viva e d’imprecazioni. ■10 In tutto questo frattempo 11 una parte di quelli che vo¬ levano il Vicario,14 s’era impiegata a preparare un po’ di via13 alla carrozza, facendo ritirare la moltitudine: il cocchiere stava pronto, e si mosse,14 cautamente però, tosto che senti chiudere lo sportello, e dirsi: « Andiamo.» Ferrer voleva raccomandare al Vicario di tenersi rincan¬ tucciato nel fondo della carrozza, ma vide che il suo con¬ siglio era stato prevenuto; egli si affacciava ora a destra 1 diede — s venire — 3 gl — 4 «Stia di buon animo ch’io [son venuto) vengo per salvarla...» — r' confidi - f’ questi [aperse] sì fece un’ altra fessura tra | le im | si sos — 7 Lacuna d’un rigo nel lesto, (facile a capirsene la ragione), e a margine Qui sta il busillis: Dio ci ajuti. — 8 nub — a bened — “* Intanto il cocchiere stava pronto ad approfittare d’ogni momento per avanzare e (lacuna) — 11 molti di — 15 [avevano post) era stata — 13 al cocchiere — “ len¬ tamente