Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/171

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


TOMO HI. 537 dovrebbe scrivere: — Ambrogio Fusotto: — di che profes¬ sione?1 — Spadaio. — Maritato? — Signorsì: — quanti fjg|i ? — quattro. — Tante libbre di pane al giorno; e dar- nji un buon viglietto, col quale io andrei tutti i giorni a prendere il mio pane da un fornajo, a prezzo fisso. Ma bi¬ sognerebbe fare le cose giuste, senza parzialità, e in pro¬ porzione della famiglia.2 A voi per esempio dovrebbero scrivere:3 tanto pane tutti i giorni per ... il vostro nome ? » « Fermo Spolino. » «Bravo: la professione?» «Lavoratore di seta.» «Benissimo; ma avete moglie?» « Non l’ho, » disse Fermo, « ma se Dio vuole... » 4 « Dunque, » disse lo sconosciuto, « abbiate pazienza; ma voi5 dovete avere 6 una porzione più picciola. * «È giusto,» rispose Fermo;7 «ma poi quando io pi¬ gliassi moglie, che sarà presto, come spero... » «Razione doppia,» disse lo sconosciuto. « Cosi va bene, » rispose Fermo. Lo sconosciuto8 aggiunse ancora poche parole, poi,J si avvisò tutto ad un tratto che la moglie e i quattro figli sa¬ rebbero stati in pensiero pel suo ritardo; e 10 si levò per partire: “ tre volte era egli sorto in piedi, e tre volte Fermo, presolo per le falde del mantello, l’aveva fatto ripiombare sulla panca ; ma12 alla quarta egli, alzandosi,saltò al di sopra della panca, e 14 se ne andò tra le istanze e i ringraziamenti e i saluti, invero un po’ affoltati, del nostro povero Fermo. I!> Questi, rimasto solo alla sua tavola (ci duole raccon¬ tarlo, ma la cosa fu cosi), vuotò, solo, in varie riprese il fiasco, che 10 aveva 17 fatto riempiere di nuovo per due bevi¬ tori : lo vuotò, alternando i sorsi con le parole, e ponendo¬ selo a bocca ogni volta che l’idea, la quale s’era presentata splendida e risoluta alla sua mente, si oscurava e fuggiva 1 Sarto — - [A] Per esempio, per — 3 il vostro... — ‘ Ve¬ dete — !l dovreste — 0 un po’ meno di pane — 7 bisogna far le cose con coscienza [io non so] ma siccome presto io spero di — 8 disse — a pensò — 10 ricevuti molti ringraziamenti da Fermo, parti dopo aver combattuto qualche tempo con Fermo che — "Fermo — 12finalmente egli — 13 fece un salto — 14 [trovatosi] posto in liber¬ tà — ‘!i Partito — 10 doveva — 17 creduto dividere con quel compa¬ gno; lo votò alternando sempre una dissertazione e un bicchiere con le dissertazioni