Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/193

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


TOMO'lll 559 veva cominciato a ribollire; sicché la curiosità era infiam¬ mata. ' G1' occlli furono tosto addosso a Fermo, ma, visto ch'egli era un forese, nessuno pensò a lui, per sua buòna ventura; perché chi gli avesse chiesto:® « a caso, verreste 0i forse da Milano?» Nella disposizione d’animo, in cui era Fermo,3 possiamo ingannarci, ma egli diceva certamente la bugia. Invece, senza essere importunato di richieste, potè eo|i, mentre mangiava saporitamente, sentire i discorsi che sf facevano, e rimettersi un po’ al corrente deHe cose del mondo, dopo una lunga giornata di4 ritiratezza. «Eli! eh!» diceva uno, «i milanesi non son mica uo¬ mini di stoppa: e non la finiranno prima che sia lor fatta ragione davvero. » «Pure,» disse un altro, «il vicario se lo sono lasciato levare dalle mani. » «Si,» ripigliò un altro; «ma gli sarà fatto il processo. Stiamo un po’ a vedere,» saltò in campo un quarto, se questi cittadini superbi non penseranno che ai loro in¬ teressi, o se vorranno una legge nuova anche per la povera gente di fuora, che,1 perdiana, ha pure il ventre anch’ella, e lavora più di loro per far crescere il pane.» «Basta,» riprese il primo: «si potrà vedere: mi pento di non essere andato a Milano, questa mattina.» < Se vai domani, vengo anch’io, » disse un altro, poi un altro, poi un altro. A questo punto della conversazione si senti0 il passo d'un cavallo; e i nostri interlocutori7 indovinarono facil¬ mente chi poteva portare, e ne furono molto lieti,8 pensando che saprebbero le notizie vere di Milano. Era infatti quegli, che eglino avevano preveduto: un mercante, che, andando più volte l’anno a Bergamo 8 pei suoi traffichi, era uso fer¬ marsi a passar quivi la notte, e, come trovava nell’osteria quei soliti10 frequentatori del paese, “ era divenuto cono¬ scente quasi di tutti. Accorsero nella strada, si affollarono a gara attorno al¬ l’arrivato: n uno 13 prese le briglie, l’altro la staffa. «Buon 1 Guard — 1 per — 3 non vorrei — 1 solitudine — ha — 8 lo scalpito d’un cavallo — 7 s’avvidero chi — 8 perché — 0 pel su — 10 avventori d — 11 aveva fatto conoscenza — 18 per 13, tenne 560