Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


422 OLI SPOSI PROMESSI era per lui un tristo mistero. Lucia con tanto più di schiet tezza e di libertà, 1 quando essa non sospettava nemmeno di accusare, credeva anzi di lodare, soddisfece alle domande d Federigo, nel quale il sospetto crebbe. Fin qui per Don Abbondio le cose andavano benone ' Le circostanze essenziali della storia stavano senza parlare del matrimonio ricusato, e Lucia abborriva il discorso del matrimonia. Ma il Cardinale, che disegnava di parlare altra volta con Lucia e non voleva in quel giorno cosi burrascoso per lei tenerla più a lungo, chiamò a sé le due donne pre¬ senti e lontane;3 e disse a ciascuna ciò che era più oppor¬ tuno: 4 ringraziò di nuovo la buona donna, consolò Agnese e l’animò ad ammirare la provvidenza, che,.dopo d’averle dato tanti timori per la figlia, l’aveva liberata con modi ina¬ spettati,5 e l’aveva fatta conoscere ad uno, che0 aveva ii dovere e qualche mezzo per proteggerla. Quella benedetta Agnese 7 fra le risposte che diede, con un imbarazzo che in lei era un po' comico, perché voleva non averne, disse an¬ che queste tremende parole: «Già la colpa in gran parte è del signor curato. » « Come ? di che curato ? » domandò il Car¬ dinale. « Oh bella ! del nostro, » rispose Agnese. Il Cardinale domandò * una spiegazione, e Agnese spiattellò tutta la storia del matrimonio, senza far motto del clandestino. Federigo, che non voleva " fare alcuna ‘"dimostrazione prima d'avere in¬ teso il curato, per non manifestare un giudizio, che forse avrebbe dovuto ritrattare, tacque; masi legò al dito anche questa. Si rivolse alla buona donna, e le chiese se fino a tanto ch’egli avesse provveduta Lucia d’un asilo,11 non le sa¬ rebbe stato grave di tenerla presso di sé. La buona donna fu contentissima: il Cardinale la ringraziò, e pensò a darle qualche segno di ricompensa; e, veduto dal suo abito e dal contegno che un dono di moneta l’avrebbe umiliata, prese da un picciolo scrigno un libretto di orazioni ben ornato e un rosario prezioso, e12 la pregò di ritenere queste memorie della sùa^+Conoscenza. La buona donna ripose, 13 con molta 1 che non — 2 La storia era — 3 ringraziò di nuovo e parlò, come per congedarle — ‘ Segno di richiamo, e a margine, in penna: «. punto fermo». —5 e le dava — era in dovere — 7 la quale — 8 di essere [più] nuova — y manifestare un giù — 10 dissimulò — 11 ella — 12 [la | gliel] accompagnò il dono con termini di — 13 il dono