Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


431 di quella folla, e andò sulla via per la quale Federigo do¬ veva venire.1 Non erano ancora molto distanti dal paese quando- si cominciò a vedere l’altra folla che veniva, e a distinguere la lettiga e il corteggio a cavallo:2 l’incontro e l’accom¬ pagnamento si avvicinarono, i due romori si3 mischiarono, le due 4 turbe si trasfusero in una, e nel mezzo si trovò la lettiga ferma del Cardinale, e Don Abbondio allo sportello a fare il suo complimento. Nelle accoglienze e nelle risposte di Federigo cercò il nostro scaltrito Don Abbondio dis scru¬ tinare se Lucia avesse0 chiaccherato1 qualche cosa del ma¬ trimonio; ma invano: la sincerità prudente di Federigo ren¬ deva il suo vólto impenetrabile, come avrebbe potuto fare la più8 imperturbata dissimulazione.9 Nella sua lunga e af- facendata carriera aveva egli da gran tempo imparato con quella scienza sperimentale, che fa sapere e sentire e cono¬ scere le cose,10 delle quali 11 si aveva prima soltanto la for¬ inola; aveva, dico, imparato che le relazioni d’una parte sola non 12 mettono mai chi le ascolta in caso di dare un giudizio,13 che la parte la quale 14 parla la prima,11 o mali¬ ziosamente o senza volerlo, altera sempre gli elementi ne¬ cessari di questo giudizio: di modo che, se uno da questa prima relazione riceve una persuasione, e la dimostra, quando poi ascolta l’altra parte, è per lo più costretto a dire con un’aria un po’ scimunita: «Ah! io non sape¬ va... non m’immaginava... non mi avevano detto... il Cardinale si trovava — : e andò .sulla via per la quale Federigo doveva venire. A poca distanza dal paese si cominciò a vedere l’altra folla che giungeva, * — 1 Raggiunto che l’ebbe si accostò alla lettiga del Cardinale, — - e le due folle si avvicinarono, i due romori si confusero; — :i con¬ fusero — 4 folle — r> Variante scovare —n [chiacche) squanternato — 7 Sic. — 8 profonda — 9 Nella sua lunga, affancedata e aspra carriera aveva egli imparato già da gran tempo Precede a queste parole can¬ cellate il segno in penna ripetuto a marginet e: « mi pare che qui ba¬ sterebbe soggiungere : che Federigo non era uomo da giudicare dopo aver udita una sola parte: che quindi non aveva ancora una opi¬ nione ecc. come al segno (.) » ; che si ha tra poco. — 10 che — 11 non si sapeva — ,2 servono a nulla — 13 [che] e che quando producono la persuasione [il più delle volte | questa il più delle volte è distrutta o alterata dai dissensi dell’altra parte] questa è per lo più — 14 ha parlato — 15 senza