Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/73

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


LO [IV] - TOMO III. 439 go :1 « vi siete allora risoluta a promettere senza riflessione, leggemente?» Questo no, » disse Lucia arrossando. Bene,» disse Federigo:; «potrebbe ora dunque esser leggiero J il ritrattarvi. Se quest’uomo fosse innocente, se po¬ tesse sposarvi, che4 mutamento è accaduto nelle vostre rela- jioni ? Nessun altro che una serie di sventure ad ambedue; e non è questa una ragione per separarvi. Questo non è il momento di3 pigliare una risoluzione.0 Sospendete, fate ri¬ cerche, aspettate che Iddio vi riveli più chiaramente.la sua volontà. ' L’asilo intanto ve io troverò io. » Lucia fu tentata più d'una volta di * rivelare il vóto, ma una vergogna insuperabile la ritenne.9 Federigo10 l’assicurò che non sarebbe partito da quei contorni prima d’avere sta¬ bilito qualche cosa per lei; e, dopo qualche altra parola di consolazione e di avviso, la lasciò partire con Agnese. "Fece poscia venire a sé 15 il curato, il quale,13 inchinan¬ dosi al Cardinale, gli guardò in faccia, per vedere se v'era scritto il matrimonio; ma non potè rilevar nulla. La sua in¬ certezza però fu breve, giacché le prime parole di Fede¬ rigo furono queste: «Signor curato, perché non avete voi unita in matrimonio quella giovane Lucia col suo promesso sposo ? » — Donne ciarlone ! — voleva sciamare D. Abbondio, ma s’avvide tosto che questa 14 non era 15 una risposta 15 che stesse bene, né una risposta;'7 e disse titubando: «Monsi¬ gnore illustrissimo, mi scusi... ma non posso parlare.» «Come?» disse il Cardinale con vólto serio e digni¬ toso: «non 18 sentite che voi siete ora qui per render conto al vostro superiore? e che, avendo tralasciato, negato di fare ciò che nella via ordinaria era il vostro dovere, avete a dirne una buona ragione, o a confessarvi colpevole?» Queste parole 19 fecero tosto rientrare in sé D. Abbon¬ 1 e se quest’uomo fosse innocente, se potesse sposarvi — : po¬ treste dunque — 3 , senza ri — « vi è — s decidere — « Attendete — 1 Segno di richiamo, e a margine, in penna : « Un asilo, caro Alessandro: pare che il Cardinale voglia metterla in monastero a fare il Novizia¬ to •. — * rivel — 11 ; e dopo — '« le disse che — " Chiamò — Don — (guardo) guardato — 11 risposta non andava bene — l:> la — 10 da dar — 17 e dopo avere esitato un momento — 18 vedete — 19 Variante una rivoluzione nei pensieri di 4-10