Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


OLI SPOSI PROMESSI Ma ch’egli abbia fatto, egli profugo, esarcerbato,1 col sen timento della giustizia negata, pregate Dio, io prego per h,' e voi, che gli perdoni, e non vis accagioni di quello clip egli possa aver fatto.3 Era egli prima d’ora uomo di risse e di misfatti? e di rivolta? Mo lo domando a voi; e Din ascolta la vostra risposta. » . «Questo non lo posso dire,» rispose D. Abbondio. 5 «E voi non tremate?» ripigliò il cardinale. « Voi non pensate che se quest’anima, la quale era stata affidata a voi, s’è pervertita, voi avete una terribile parte nel suo pervertimento? Un tiranno l’aveva contristata, provocata esacerbata: era una tentazione, ma non la più forte; ma poteva divenire una occasione di offerta, di sacrificio, di rassegnazione. I poverelli sanno,0 debbono pur troppo sa¬ perlo, che v’ha dei soverchiatori violenti:7 hanno inteso dire fino dall’ infanzia che Dio gli lascia spaziare alcun tempo su la terra per esercizio dei buoni; hanno appreso * ad ado¬ rare, anche nella iniquità degli uomini, la giustizia e la mi¬ sericordia di Dio entrambe infallibili, ma riserbate entrambe a momenti, ch’Egli solo conosce.9 E quante volte la perse¬ cuzione dell’empio non accresce in essi la fede ? Ma quello che la turba, quello che 10 investe la loro coscienza, quello che travolge il loro proposito, è l’abbandono per parte di coloro che predicano la fede, la coscienza, il proposito. Un tiranno ha sbalzato questo sventurato giovane lontano dalla sua casa, l’ha staccato da “ quei mezzi, da quelle 12 consue¬ tudini, da quella vita, nella quale egli poteva essere facil¬ mente onesto. Ah ! allora più che mai egli ha avuto bisogno di consiglio e di soccorso! Allora una voce forte e amo¬ rosa doveva farsi sentire a quell’anima tentata: doveva dirle: bada !13 l’iniquità trionfante non ti confonda: ella non è eterna;14 la tua collera non ti vinca: ella non è giusta, 1 senza soccorsi, lontano — - chiegga conto della parte —3 Ve¬ dete quanto male irreparabile : ma avete voi pensato all’obbligo che v’incombe — 4 Dite — ■ Ora vedete, ripigliò il Cardinale — " lo sanno pur troppo — 7 Segno di richiamo, e a margine, in penna:

  • . punto fermo ». — 8 ad adorare — 9 Quello che turba la loro fede,

che sconvolge la loro coscienza, che, — 10 [sconvolge] smuove — 11 quegli ajuti — l! abitudini —13 lo spettacolo della iniquità trion¬ fante non ti confonda I Non ti vinca il tuo rammarico. Allora un uomo — 14 il tuo rammarico non ti vinca CAPITOLO [IVJ -