Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


GLI SPOSI PROMESSI grime, e son partito' da voi senza esaudirvi.2 Vi ho fatta tremare senza che voi m'aveste offeso, perché era più forte di voi, e scellerato. Perdonatemi3 quel viaggio, perdonatemi quel colloquio, perdonatemi quella notte ; perdonatemi, se potete. » « S'io le perdono I » rispose Lucia. « Dio s’è servito di lei per salvarmi. Io era nelle unghie di chi mi voleva perdere e ne sono uscita col suo ajuto. Dal momento ch’ella m’è comparsa innanzi, * che io ho potuto parlarle, ho cominciato a sperare :5 sentiva in cuore qualche cosa che mi diceva ch’ella mi avrebbe fatto del bene. Cosi Dio mi perdoni, come io le perdono. » «Brava figliuola!» disse Don Abbondio, «cosisi deve parlare: fate bene a perdonare, perché Dio lo comanda: e già, quando anche non voleste, che utile vene verrebbe? Voi non potete vendicarvi, e non fareste altro che rodervi inutilmente. Oh se tutti pensassero a questo modo, sarebbe un bel vivere a questo mondo ! » « . vero, » disse Agnese, « che questa mia poveretta ha patito molto... ma bisogna poi anche dire che noi pove¬ retti non siamo avvezzi a 6 vedere i signori venirci a doman¬ dar perdono. » « Dio vi benedica, » disse il Conte,7 « e vi compensi con altrettanta e con più consolazione 8 i mali che io vi ho fatti, tutti quelli che avete sofferti.» Indi soggiunse titubando: «Come sarei contento se potessi far qualche cosa per voi ! » «Preghi per me,» disse Lucia, «ora ch’è divenuto santo. » «Quello ch’io sono stato, lo so pur troppo anch’io: quello ch’io ora sia, Dio solo lo sa ! » rispose il Conte... « Ma voi, in questa vostra orribile sciagura ... in questa mia scel¬ leratezza ... non avete avuto soltanto timori e crepacuori... La vostra famiglia... una famiglia quieta e stabilita... i vostri lavori, l’avviamento ...9 voi avete sofferti danni d’ogni genere... se osassi... se potessi10parlare di compensar que¬ sti, io che “ v’ho fatto tanto male, che non potrò compensar 1 senza esaudirvi — s Due parole illeggibili e domandavate altro — 3 se potete — ‘"io ho — s qualche — " sentire — 7 e faccia che queste sieno le ultime vostre afflizioni — 8 tutt — 5 voi avete perduto — 10 Variante osassi — 11 non potrò mai compensare i dolori che ci ha fatti patire CAPITOL