Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/167

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


dere mortificata la Passalacqua. Fu in questa Commedia che il Campagnani riuscì mirabilmente nel carattere di Carino, ed io gli ebbi grandissima obbligazione d’aver reso onore al mio personaggio.

I Comici la chiamarono in appresso il Convitato Nuovo, e V hanno con fortuna dappertutto rappresentata. Venuta la novella Quaresima, la Compagnia doveva condursi a Genova per passarvi la Primavera.

L’Imer mi propose, e mi pregò di andarvi con lui; ma per più motivi ho resistito alle prime istanze. Premevami in primo luogo di riunirmi a mia Madre, e di provvedere la casa. Premevami secondariamente assicurarmi la direzione del Teatro di S. Giovanni Crisostomo, per cui qualche cosa avea fatto nel Camoval precedente.

Per obbligarmi a seguitare la Compagnia sollecitò il mio affare presso Sua Eccellenza Grimani. Il Cavaliere mi accordò la direzione de’ suoi Teatri, e mi pregò di portarmi a Genova. Chi poteva negarglielo? Rimisi al mio ritorno la ricerca della mia abitazione, e mi disposi partire. Successero anche in quell’anno de cambiamenti nella Comica Compagnia, ed anche per questo credevano necessaria la mia persona. Il Monti Dottore ed il Monti figlio, terzo Amoroso, andarono a Napoli: al secondo fu sostituito Gasparo Zomi, non superiore al Monti in abilità; ed al primo il bravo, eccellente Dottore Rodrigo Lombardi Bolognese, egregio Comico e degnissimo galantuomo. Anche il Campagnani Arlecchino fu licenziato, e preso uno in suo luogo, il quale in grazia della figura era conosciuto nell’arte Comica col nome di figurina. Non aveva altro di buono che questa sua decantata figura: restò egli nella Compagnia la Primavera e l’Estate; e per Venezia sostituirono un altro. Fortificarono altresì gì’Intermezzi. Presero la Rosina Costa, giovane, non bella, ma spiritosa, che sapeva un poco di musica, ed aveva una voce angelica ed un’abilità sorprendente; ma il cambiamento più rimarcabile fu quello della Bastona madre nella Bastona figlia, moglie di Girolamo Foccheri, Comica eccellente, quanto sua Madre,; ma che, oltre l’avvantaggio dell’età, aveva quello di una maniera più nobile di recitare. Ella fu presa per prima Donna a vicenda colla Romana, com’era sua Madre; e la Passalacqua,