Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/329

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IL PRODIGO 275


ATTO SECONDO.


SCENA PRIMA.

Momolo e Trappola.

Momolo. Trappola, allegramente.

Trappola. Allegramente colle lagrime agli occhi.

Momolo. De le volte me faressi saltar in bestia. Cosse ste lagreme? Coss’è ste malinconie? Co ve digo che stemo aliegri, so quel che digo.

Trappola. Allegri pure, sì, stiamo allegri, ma ci staremo per poco.

Momolo. Per poco? No sa ve gnente. Aveu visto el dottor Desmentega?

Trappola. L’ho veduto.

Momolo. Stassera l’aspetto coll’aggiustamento della lite, e da qua pochi zorni i campi toma in casa, e Momolo gh’averà dei zecchini, e Trappola ghe li farà spender pulito.